/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 19 marzo 2019, 14:50

Un fiore all'occhiello dell'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo: la Chirurgia maxillo-facciale

Una specialità recente, come ci ha spiegato il primario dottor Marco Bernardi, che si avvale di tecnologie sempre più sofisticate per trattare condizioni quali dolore facciale e malocclusione, traumi al viso o patologie oncologiche

Un fiore all'occhiello dell'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo: la Chirurgia maxillo-facciale

Un reparto di eccellenza quello di cui si fregia l'azienda ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo. E' quello di "Chirurgia maxillo-facciale", una specialità medica piuttosto recente.

Da sette anni il reparto è diretto dal dottor Marco Bernardi, che ha raccontato ai microfoni di Targatocn quali sono gli ambiti di intervento di questa disciplina, che negli anni si è trasformata grazie all'ausilio di tecnologie sempre più sofisticate.

La chirurgia maxillo-facciale si occupa principalmente di problemi di malocclusione o di malformazioni del volto, di traumatologia facciale, dovuta ad incidenti in auto e moto - nettamente diminuiti grazie ai sistemi di sicurezza - o a percosse o, ancora, a incidenti domestici. Infine, patologie oncologiche.

L'intervista al dottor Marco Bernardi

Caponnetto-Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium