/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 20 marzo 2019, 15:46

Kinder, Nutella e Rocher: classifica dei brand italiani li valuta 10 miliardi di euro

La multinazionale fondata dal cavalier Michele unico gruppo presente con tre propri marchi nei primi quindici posti della graduatoria stilata dai colossi londinesi delle ricerche di mercato Wpp e Kantar

Kinder, Nutella e Rocher: classifica dei brand italiani li valuta 10 miliardi di euro

Kinder in quarta posizione, Nutella in ottava, Rocher all’undicesima.
Parlano albese e ovviamente si rifanno alla multinazionale dolciaria fondata dal cavalier Michele tre dei quindici marchi italiani che compongono l’edizione 2019 della speciale classifica dei brand italiani dal maggior valore economico.

Secondo la BrandZ "Top 30 Most Valuable Italian Brands 2019" – questo il nome della classifica stilata dalle società Wpp e Kantar, due colossi internazionali nelle ricerche di mercato con base a Londra – negli ultimi dodici mesi i marchi italiani hanno incrementato il loro valore del 14%, raggiungendo l’importante traguardo dei 96,9 miliardi di dollari complessivi.

A guidare la graduatoria troviamo Gucci, proprietà del colosso del lusso francese Lvmh, con un valore di 16,273 miliardi di dollari, peraltro cresciuto del 50% negli ultimi dodici mesi, seguito da Tim-Telecom (9,259 miliardi) e da Enel (7,355).

Unica realtà italiana – insieme ad Eni – presente nelle prime 15 posizioni della classifica con più di un proprio marchio, Ferrero vi compare come detto appena fuori dal podio con Kinder (4ª a 6,904 miliardi), rifacendo capolino quattro posizioni più in là con Nutella (8ª a 2,840 miliardi) e giusto fuori dalla top ten con le sue praline Ferrero Rocher (11ª a 2,372).  

Sommando solamente quei tre piazzamenti si scopre che solo col valore di quei tre marchi il gruppo di Alba avrebbe in pancia qualcosa come 12,116 miliardi di dollari, al cambio odierno 10,67 miliardi di euro.

Ancora moda e lusso, insieme ad auto, assicurazioni e banche nelle restanti posizioni della classifica, che sempre limitatamente alle prime quindici piazze annovera Prada (5ª a 4,082 miliardi di dollari), Ferrari (6ª a 3,488), Eni (7ª 3,131), Generali (9ª 2,526), Armani (10ª a 2,460), Intesa Sanpaolo (12ª a 2,210), Bottega Veneta (13ª a 1,948), Costa Crociere (14ª a 1,877) e UniCredit (15ª 1,869).

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium