/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 21 marzo 2019, 16:38

Siglato il protocollo sulla ristrutturazione Burgo: nona riconvertita da novembre, 60 milioni di investimento, 500 tonnellate di produzione annua (FOTO E VIDEO)

La firma è avvenuta oggi, giovedì 21 marzo, nella sala consigliare di Verzuolo tra provincia, regione, comune e azienda. Chiamparino: "Abbiamo davanti una grande sfida, far funzionare l'investimento"

Siglato il protocollo sulla ristrutturazione Burgo: nona riconvertita da novembre, 60 milioni di investimento, 500 tonnellate di produzione annua (FOTO E VIDEO)

Siglato il protocollo tra provincia, regione, comune di Verzuolo e azienda Burgo: un atto di promozione ad iniziative di accompagnamento al piano di risanamento aziendale e al processo di riconversione della linea nona da patinato a riciclo e produzione di “container board” un particolare tipo di cartoncino a maggiore mercato, molto utilizzato in campo agricolo e nell’ecommerce.

La firma arriva dopo un anno e mezzo di lavoro tra le parti anche a seguito della prima vertenza della cartiera di Verzuolo che ha individuato 143 esuberi a seguito della chiusura della linea ottava e che ha portato alla perdita 130 posti di lavoro e ad un licenziamento (che verrà impugnato).

Nel video le interviste a Sergio Chiamparino e al sindaco Giancarlo Panero.

Il sindaco Giancarlo Panero ha parlato di “fase 2” e la necessità di un “piano di ristrutturazione della cartiera verzuolese a lungo termine, con un’attenzione anche al resto dello stabilimento.

“Positivo” – ha dichiarato il primo cittadino – “l’intervento di regione e provincia nella vertenza per la gestione della mobilità e la formazione che ha garantito il ricollocamento di diverse maestranze. Il comune si è attivato in questo senso grazie all’attivazione dell’Informa Lavoro.”

Il protocollo siglato oggi, giovedì 21 marzo, presso la sala consigliare del comune di Verzuolo ha carattere: “ambientale, logistico e volto alla miglioria del sistema viario per garantire il trasporto del nuovo materiale e della nuova produzione.”

La riconversione della linea nona dovrebbe partire da novembre e prevede un investimento di 60 milioni di euro per una produzione stimata di 500 tonnellate annue. “Si passa dall’economia lineare” – ha continuato Panero -  “A quella circolare, in linea con il trend europeo.”

Sulla “riconversione necessaria”, come l’ha definita l’A.D. di Burgo S.p.a. Ignazio Capuano presente oggi a Verzuolo, occorrerà intervenire sul tema dei trasporti: “La carta da riciclo ha un sistema di approvvigionamento differente” – ha spiegato il collaboratore dell’assessorato regionale ai trasporti Paolo MilanesioStiamo intervenendo con gli operatori per valutare questi aspetti, anche dal punto di vista dell’impatto ambientale. Anche la regione con il suo intervento dovrà creare i presupposti affinché si possa dare seguito a questo investimento.”

 “Una firma importante” – ha dichiarato Milva Rinaudo in rappresentanza della provincia – “Grazie alla politica del buon esempio sono arrivati ottimi risultati.” Ribadendo la forte attenzione delle istituzioni sul tema del rilancio Burgo visto anche il ruolo storico della cartiera sull’occupazione del territorio.

“La situazione Burgo è stata gestita con consapevolezza delle problematiche” – ha concluso il governatore piemontese Sergio Chiamparino “Si è chiusa la parte più dolorosa, noi ci siamo per far sì che questa sfida si affronti nel più breve tempo possibile.”

Presenti alla firma istituzionale di oggi anche le rappresentanze sindacali dei lavoratori insieme alle segreterie che hanno seguito la delicata vertenza, oltre a rappresentanti dell’Unione Industriale e della direttriche di Confindustria Cuneo Giuliana Cirio.

"L'investimento sulla nona è fondamentale" - ha detto Walter Biancotto segretario Slc Cgil - "Ricordiamoci dei lavoratori, mai più esuberi."

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium