/ Attualità

Attualità | 21 marzo 2019, 12:43

Bra, al via “We love shopping sottocasa”, la campagna a sostegno dei negozi del vicinato

L’iniziativa presentata ieri presso la sala conferenze Ascom. Annunciate importanti novità sul fronte del trasporto pubblico locale, che renderà la città della Zizzola un punto centrale per i paesi circostanti

Un momento della presentazione tenutasi ieri nella sala conferenze Ascom

Un momento della presentazione tenutasi ieri nella sala conferenze Ascom

Vuoi fare shopping senza stress? Allora puoi contribuire alla campagna “We love shopping sottocasa”, promossa dai Comitati di Via affiliati Ascom Bra in collaborazione con il Comune di Bra e la Cassa di Risparmio di Bra BPER Gruppo. L’iniziativa è stata presentata mercoledì 20 marzo, presso la Sala Conferenze Ascom di via E. Milano a Bra.

Sono intervenuti il sindaco Bruna Sibille, l’assessore al Commercio Massimo Borrelli, il direttore Ascom Bra Luigi Barbero e Paolo Cerruti, direttore generale Cassa di Risparmio di Bra BPER Gruppo.

Non sono voluti mancare all’appuntamento altre autorità municipali come Gianni Fogliato ed Evelina Gemma, oltre ad una delegazione di commercianti e del ceto bancario.

Ha introdotto il tema Luigi Barbero: “Si sta delineando un programma di lavoro molto importante e che potrà dare risultati rilevanti per le aziende di vicinato, per il commercio tradizionale della città. I cambiamenti di questi anni sono stati epocali e abbiamo l’obiettivo di organizzare ed istituzionalizzare la potenzialità della città fatta di valori, storia, cultura, economia, peculiarità specifiche, metterle a sistema con una collaborazione a rete e rafforzare il brand Bra. Partiremo con una serie di iniziative di comunicazione che sono volte a riportare un maggiore flusso di ingressi nella nostra città. Siamo convinti che la condivisione e la partecipazione diretta delle imprese su questo progetto possano far emergere le peculiarità di questo territorio. Quindi, ci sarà un’azione sul piano operativo, già prima dell’estate”.

Ringraziamenti sono stati espressi per gli enti coinvolti nell’idea. Soddisfatta Bruna Sibille che si appresta a chiudere il suo mandato: “Sono stati dieci anni complicati, perché c’è stata la crisi, ma abbiamo visto anche la riqualificazione di ampie zone della città. Sostenere questa iniziativa è uno dei modi che l’amministrazione ha per aiutare lo sviluppo del turismo e del commercio. Mentre altre amministrazioni hanno attuato piani di sviluppo commerciale dando grandi quantità di metri quadri alla grande distribuzione, noi abbiamo preferito valorizzare il centro storico non consentendo nuovi insediamenti se non quello nella ex Faber a cui eravamo obbligati”.

Il primo cittadino ha annunciato novità importanti nel settore del trasporto pubblico locale che renderà Bra un punto centrale per i paesi circostanti. In chiusura ha ancora sottolineato l’importanza del lavoro fatto in collaborazione tra tutti gli attori in scena.

Grande ottimismo è stato espresso ancora da Barbero per un’iniziativa che si appresta a sbarcare anche su Instagram in modo da raggiungere anche i giovani: “Siamo sicuri di portare dei risultati positivi. Sono circa 2mila le imprese che fanno riferimento alla nostra associazione per avere un servizio a 360 gradi”. Pieno sostegno è stato offerto da Paolo Cerruti, sensibile al tema del sotto casa: “La Banca deve sostenere lo sviluppo economico del territorio. C’è un forte ritorno ad un commercio di prossimità che si scontra con la crisi dei colossi della grande distribuzione. Stiamo assistendo ad un cambiamento del modello sociale di riferimento”. Massimo Borrelli, nel rimarcare il ruolo fondamentale della comunicazione nella diffusione degli eventi, ha aggiunto: “È importante incentivare gli spazi che sono stati riqualificati e renderli fruibili con iniziative, perché siano sempre più frequentati. Serve un patto tra tutti i protagonisti della città a partire dai commercianti, perché se non ci prendiamo cura delle attività commerciali la città perde attrattività anche all’esterno”.

Ma che cos’è “We love shopping sottocasa”? L’operazione vuol essere un modo per (ri)avvicinare gli avventori ad un acquisto dei loro articoli nei negozi e botteghe di vicinato. I servizi offerti dai negozi di quartiere sono, infatti, un ottimo strumento per mantenere viva la città e garantire un futuro al nostro territorio.

Di immediata lettura la grafica scelta per la campagna: un grande cuore rosso che racchiude la Zizzola, simbolo della città e poi una serie di “hashtag” per sottolineare gli aspetti positivi del fare acquisti sotto casa: perché è facile, sicuro, vicino, social, conveniente, accogliente, sostenibile, a misura di famiglia, a sostegno del territorio.

Le sinergie in atto, contribuendo al buon successo di questa campagna, saranno, quindi, un nuovo tassello di crescita per Bra, sempre aperta alle iniziative volte a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti. Lo sanno bene in Francia, che ha eletto la città della Zizzola a modello da seguire.

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium