/ Politica

Politica | 26 marzo 2019, 09:09

L’Assemblea provinciale Pd vara la lista per le regionali

In campo una squadra "forte e competitiva" formata da quattro primi cittadini uscenti – Bruna Sibille (Bra), Maurizio Marello (Alba) Paolo Allemano (Saluzzo) e Francesco Balocco (Fossano) – e dalla bovesana Maria Peano, presidente regionale della Commissione Pari Opportunità

Sergio Chiamparino

Sergio Chiamparino

 

Ieri sera l’Assemblea provinciale del Pd ha definito la lista dei 5 candidati cuneesi per le regionali del 26 maggio.

Una squadra forte, la più competitiva possibile, come richiesto dal candidato presidente, per cercare di riconfermare Sergio Chiamparino alla guida della Regione Piemonte.

La lista ora deve soltanto più essere formalizzata dalla Direzione regionale del partito: Maria Peano, presidente regionale della Commissione Pari Opportunità e consigliere di minoranza a Boves; Paolo Allemano, già sindaco di Saluzzo e consigliere regionale uscente; Francesco Balocco, ex sindaco di Fossano e assessore regionale uscente ai Trasporti; Maurizio Marello, sindaco uscente di Alba; Bruna Sibille, sindaco uscente di Bra con un passato da assessore regionale alla Montagna.

Non ci sono state particolari discussioni, se non l’osservazione che alcune aree della Provincia, vedi il Monregalese e il Saviglianese sono state lasciate scoperte, mentre in altre zone c’è una concentrazione di candidature del centrosinistra. Qualche lamentela è venuta da Paolo Allemano, che si troverà a competere con il vicesindaco di Saluzzo Franco Demaria, candidato nella lista del Monviso di Alberto Valmaggia.

Tuttavia, l’esigenza di avere una presenza forte sul territorio per arginare il centrodestra in una provincia dove la Lega minaccia sfracelli ha avuto la meglio rispetto a valutazioni di tipo personale.

All’Assemblea provinciale erano presenti solo due dei cinque candidati, Maria Peano e Paolo Allemano.

Non è ancora dato sapere se potrà esserci qualche cuneese nel cosiddetto “listino” del presidente, ma questa valutazione sarà fatta considerando tutte le province piemontesi.

Resta sul tavolo anche il nome di Ivana Borsotto, già presidente del consorzio socio assistenziale Monviso Solidale, per quel che riguarda le europee.

Anche in questo caso toccherà al segretario regionale, Paolo Furia, vedere insieme ai colleghi delle altre tre regioni, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia, che fanno parte della circoscrizione Nord-Ovest, quali saranno i posti in lista previsti per il Piemonte.


GpT


GpT

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium