/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 03 aprile 2019, 14:02

Cuneo, MoVimento 5 Stelle: "Necessario coinvolgere i cittadini per contrastare il degrado urbano"

Riceviamo e pubblichiamo

Gentile Direttore,

il contrasto al degrado urbano è, per il MoVimento 5 Stelle Cuneo, uno dei pilastri su cui fondare un buon governo di una città ed il nostro impegno su questo argomento è stato costante nel corso di questi anni, dove abbiamo visto un incremento in certe aree della città del degrado, intendendo con questo termine non solo il commettere reati ma anche una scarsa cura dei beni pubblici e del verde pubblico.

Siamo quindi giunti, nello scorso consiglio comunale, ad un compromesso con la maggioranza al fine di attivare concretamente politiche di contrasto al degrado urbano condivise con i cittadini, i quali hanno un ruolo molto importante nel promuovere la cultura del decoro civico.

Per questo, pur essendo partiti con una mozione in consiglio un poco differente rispetto a quella approvata, abbiamo accettato alcune idee della maggioranza dal momento che la sicurezza ed il contrasto al degrado sono argomenti di primaria importanza. I comitati di quartiere ed i cittadini, in base a questa mozione, dovranno essere coinvolti maggiormente ed ascoltati di più nell'ambito della promozione del decoro urbano, arrivando magari anche a stipulare patti di collaborazione attiva tra cittadini, Comune, forze dell'ordine, senza che questo voglia dire "ronde", delle quali non solo non sentiamo il bisogno ma di cui dubitiamo la loro reale efficacia.

Al contrario, un dialogo permanente e costante tra amministrazione, cittadini e forze dell'ordine al fine di contrastare il degrado è un buon strumento di prevenzione dei fenomeni criminogeni, senza paranoie o allarmismi eccessivi. In diverse città esistono già questi accordi, non sono cose sconosciute o inapplicabili e con poco sforzo si possono ottenere risultati interessanti.

Le nostre forze dell'ordine svolgono un ottimo lavoro ma è assai importante anche il supporto dei cittadini per la loro azione, indispensabile, di prevenzione e tutela della sicurezza. Ci auguriamo che possano giungere, di conseguenza, maggiori risorse per la questura di Cuneo, ancora sotto organico, per la polizia postale, la Polfer e un incremento delle tutele per gli agenti di polizia penitenziaria che subiscono, cicliamente, episodi di violenza da parte di alcuni detenuti.

Al ministro dell'Interno, come MoVimento 5 Stelle Cuneo, diciamo di non scordarsi della nostra provincia e chiediamo di fare di più per garantire maggiori risorse ai nostri agenti qui a Cuneo.

Grazie,

Lorenzo Pallavicini, Manuele Isoardi e Silvia Cina - MoVimento 5 Stelle Cuneo

Al Direttore

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium