/ Agricoltura

Agricoltura | 05 aprile 2019, 16:27

Coldiretti Cuneo si prepara a Vinitaly: in fiera le eccellenze di biodiversità delle colline di Langhe e Roero

Roberto Moncalvo: "Sarà un’importante vetrina, anche internazionale, per le nostre imprese poiché il Piemonte esporta circa il 60% del vino prodotto, di cui il 70% assorbito dai Paesi europei e il 30% da quelli extra UE"

Foto generica

Foto generica

Barolo, Barbaresco, Nebbiolo, Dolcetto, Barbera, Arneis, Moscato, Freisa. Tanti i vini cuneesi protagonisti da domenica 7 a mercoledì 10 aprile al Vinitaly, quasi totalmente ottenuti da vitigni autoctoni. Al fianco dei più illustri, i vitigni meno noti come la Nascetta, coltivata su poco più di 40 ettari in Piemonte, concentrati per la maggior parte a Novello, che originano 390.000 bottiglie all’anno a denominazione Langhe DOC: un prodotto di altissima qualità e di nicchia.

Il vino piemontese ha saputo affermarsi sui mercati stranieri grazie alla sua unicità e qualità - evidenzia Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo - . Vinitaly sarà un’importante vetrina, anche internazionale, per le nostre imprese poiché il Piemonte esporta circa il 60% del vino prodotto, di cui il 70% assorbito dai Paesi europei e il 30% da quelli extra UE. La nostra vitivinicoltura d’eccellenza sarà ben rappresentata alla manifestazione veronese”.

Tra le peculiarità e le novità in arrivo dalle nostre colline, i vini prodotti dentro anfore e le prime bottiglie di Barbaresco etichettate The Green Experience, ossia prodotte con uve dell’annata 2016 secondo il disciplinare promosso da Coldiretti Cuneo per una viticoltura green e sostenibile. Di fronte all’ingresso principale della Fiera, Cangrande, la nostra Organizzazione dedicherà l’ampio spazio “Casa Coldiretti” alla biodiversità con le terre delle DOC e DOCG d’Italia in cui scoprire nuove tendenze, primati, sfide e curiosità del vino Made in Italy.

Molti gli eventi di “Casa Coldiretti” cui prenderanno parte anche i produttori cuneesi: domenica 7 aprile, attenzione puntata sulla biodiversità vitivinicola nazionale e sui vitigni autoctoni; lunedì 8 aprile, focus sui vini biologici o biodinamici sostenibili; martedì 9 aprile, protagonisti i giovani e giovanissimi produttori; mercoledì 10 aprile, occhi puntati sui vini rosati prodotti da aziende al femminile.

Il vitivinicolo di Coldiretti Piemonte parteciperà compatto alla più importante Fiera internazionale del settore. Oltre 600 espositori piemontesi occuperanno l’intero Padiglione 10 per presentare l’eccellenza di un comparto che nella nostra Regione vanta numeri importantissimi: una produzione di 2,5 milioni di ettolitri, una superficie vitata che supera i 43.000 ettari e circa 14.000 imprese coinvolte. 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium