/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 06 aprile 2019, 15:10

Esponenti di M5S, Lega e Pd visiteranno l'Alstom: "Savigliano è troppo dipendente da altri siti e lavora con carichi a breve termine"

Riceviamo e pubblichiamo la nota degli rsu di stabilimento della Fim Cisl

Esponenti di M5S, Lega e Pd visiteranno l'Alstom: "Savigliano è troppo dipendente da altri siti e lavora con carichi a breve termine"

La prossima settimana su iniziativa di Alstom verranno a Savigliano alcune delegazioni dei principali  partiti politici italiani per incontrare i vertici dell'Azienda e per una visita dello stabilimento di Savigliano.

Lunedì 8 aprile sarà la volta della delegazione del movimento 5 stelle con a capo il sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico  Davide Crippa che in serata ha chiesto di incontrare anche la R.s.u. di Fabbrica. Sappiamo ufficiosamente inoltre che nel corso della settimana, anche la Lega e il Pd avranno modo di visitare il sito Alstom e di confrontarsi con il Management Italiano.

La Fim-Cisl ritiene che questa serie di incontri debbano essere l'occasione per fare il punto della situazione sull'andamento dello stabilimento alla luce della mancata fusione con Siemens e di quanto stia avvenendo nel corso di queste ultime settimane.

Savigliano si sta preparando ad affrontare un carico di lavoro come poche volte nel corso del suo lungo passato produttivo ha vissuto: consegna dei treni regionali monopiano POP, completamento della consegna dei treni Pendolino Evo per Ntv, avvio della produzione in serie della commessa americana Amtrak che prevede la costruzione delle casse in alluminio da spedire negli USA. Tre anni con la piena saturazione di tutti gli impianti e la necessità di aumentare l’organico della forza lavoro.

La FIM CISL guardando con attenzione questa situazione lancia alcuni elementi di riflessione che vanno tenuti in considerazione:

La produzione contingente così alta è il in larga parte il frutto di una mancata capacità produttiva nei tempi stabiliti del sito di Katowice in Polonia, dove Alstom sta investendo ingenti capitali. Il futuro prossimo della produzione della multinazionale (per ciò che comporta il mercato europeo) sarà sempre più concentrato nel sito polacco.

La progettazione di Alstom ha spostato da tempo il proprio baricento in Francia e Germania, Savigliano è troppo dipendente da altri siti e lavora con carichi a breve termine.

In sostanza come detto in molte sedi, occorre che il piano industriale che sta per essere nuovamente varato, tenga conto del futuro, delle prospettive di mercato, della tenuta occupazionale del sito di Savigliano per le ricadute economiche del tessuto locale e nazionale.

Per la FIM CISL

Stefano Cassine e Perri Renato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium