/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 aprile 2019, 11:13

Comune di Alba primo azionista dell'Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, dopo la Regione Piemonte

Col via libera ottenuto dal Consiglio la partecipazione all’interno dell’ente è salita sopra la quota del 10%. Nell’anno in corso Piazza Duomo ha previsto di investire nelle sue politiche di promozione del territorio 171mila euro all’anno, contro i precedenti 135mila

Comune di Alba primo azionista dell'Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, dopo la Regione Piemonte

Il Comune di Alba è il primo azionista dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero s.c.a.r.l., dopo la Regione Piemonte.  

Con il voto della maggioranza e l’astensione dell’opposizione, il Consiglio comunale del 10 aprile ha deliberato un ulteriore aumento di capitale attraverso l’acquisto di un’ulteriore quota di 1.500 euro raggiungendo la partecipazione del 10,18%, contro l’8,03% nel precedente assetto societario.  

Con tale aumento, il Comune di Alba investirà 171 mila euro all’anno nell’ente attivo nella promozione turistica del territorio, mentre nel 2018 il versamento è stato di 135 mila euro.     

Il Consiglio comunale del 28 dicembre aveva già deliberato di aderire all’aumento di capitale della società Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, determinando un incremento di €.2.075,00 così da sottoscrivere una quota di capitale complessiva di €.5.625,00.  

Questo dopo che un’altra delibera del Consiglio comunale del 27 settembre 2018 aveva  dato il via libera alla modifica dello statuto dell’Ente per consentire alla Regione Piemonte e a nuovi soggetti pubblici del territorio della Provincia di Asti, di sottoscrivere quote di capitale sociale.  

Il documento è stato presentato in Consiglio dall’assessore al Bilancio Luigi Garassino che ha spiegato tutto il percorso degli ultimi mesi sulla vicenda. "La stabilizzazione del contributo della Regione Piemonte nell’Ente ha cambiato gli equilibri riducendo le percentuali di partecipazione di tutti – ha spiegato il sindaco Maurizio MarelloAltro elemento importante è che l’Ente si è ampliato fino a diventare l’Atl delle zone Unesco. Inoltre, il territorio è diventato l’azionista di maggioranza  e lo fa insieme a soggetti privati che hanno incrementato le proprie quote, responsabilizzandosi negli impegni.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium