/ Agricoltura

Agricoltura | 15 aprile 2019, 20:46

Il prosciutto Crudo di Cuneo Dop in vetrina alla mostra mercato Fruttinfiore

Consegnata una targa in ricordo di Luigi Allasia. Tantissimi i visitatori che hanno degustato il prodotto nel corso della manifestazione

Il prosciutto Crudo di Cuneo Dop in vetrina alla mostra mercato Fruttinfiore

La Piazza dei Sapori di Fruttinfiore, la 17^ Mostra mercato nazionale di frutticoltura andata in scena lo scorso fine settimana a Lagnasco, ha avuto quale grande protagonista il prosciutto Crudo di Cuneo Dop, autentico mattatore tra le “mura di casa”. Nel piccolo paese del Saluzzese che ha ospitato la kermesse, ha infatti sede lo stabilimento di stagionatura della Carni Dock, unica azienda che produce e marchia i prosciutti cuneesi. Il Crudo di Cuneo ha dato bella mostra di sé all’interno del percorso gastronomico che ha accompagnato i visitatori tra piatti della tradizione, gustose novità e street food d’eccellenza piemontese. Gli ospiti, moltissimi provenienti anche da fuori regione, hanno potuto degustare il prosciutto Crudo di Cuneo, servito quale simpatico spuntino, in abbinamento con mozzarella, frutta e formaggi piemontesi Dop. Nell’ambito della cerimonia di inaugurazione della manifestazione, di grande intensità e commozione è stato il momento della consegna di una targa ricordo ai familiari di Luigi Allasia, in memoria del vice presidente del Consorzio del Crudo di Cuneo, a quasi un anno dalla sua prematura scomparsa.

“Anche per l’edizione 2019 abbiamo aderito con piacere alla manifestazione in quanto Lagnasco è sede dell’unico stabilimento di produzione del Crudo di Cuneo Dop – afferma Chiara Astesana, presidente del Consorzio di tutela e promozione del Crudo di Cuneo –. Come ogni anno, questa kermesse registra un importante afflusso di pubblico e costituisce un’ottima opportunità di promozione della nostra denominazione, senza dimenticare che la manifestazione si svolge nell’areale principale in cui il prosciutto è commercializzato. A tal proposito, abbiamo nuovamente posto in evidenza come ogni singolo prosciutto Crudo di Cuneo Dop sia identificato con una carta d’identità che illustra i connotati del prodotto e sulla quale è fissato il QR Code che contiene tutti i dati della storia del prosciutto stesso. Il QR Code viene esposto nel punto vendita e può essere letto dal consumatore con un semplice click del proprio smartphone, iphone o tablet”.

Il Crudo di Cuneo Dop è prodotto nell’ambito della filiera più corta d’Italia. Tutto il processo produttivo – nascita, svezzamento, ingrasso e macellazione dei suini – si compie all’interno un raggio d’azione inferiore ai trenta km, mentre le fasi della macellazione dei suini e del sezionamento delle carcasse, nonché la rifilatura, la salagione, il riposo e la stagionatura delle cosce avvengono nel medesimo stabilimento di Lagnasco. Tale ambito, così ristretto, favorisce i controlli circa l’origine e la lavorazione del prosciutto. La quantità prodotta è in netto incremento di anno in anno. Nel corso del 2018 sono stati commercializzati circa 10mila prosciutti, ma nel contempo sono state poste in salagione circa 15mila cosce, che saranno disponibili per la vendita nel 2020.

Nel corso dell’inaugurazione di Fruttinfiore, l’Amministrazione comunale e la Pro Loco di Lagnasco hanno voluto ricordare la persona di Luigi Allasia con una targa ricordo, in ringraziamento e a riconoscenza di quanto fatto dall’imprenditore per la Città e per Fruttinfiore. La targa è stata consegnata alla signora Chiara Ballarino e a tutta la famiglia, dal sindaco Ernesto Testa e dal presidente della Pro Loco Roberto Dalmazzo. “Luigi Allasia arrivava a Lagnasco nel 1990 per rilevare un piccolo macello e insediare l’attività della allora neonata Carni Dock – ricorda Chiara Astesana -. Successivamente l’azienda è cresciuta in strutture e personale assunto fino a raggiungere le attuali dimensioni: oltre 200mila suini macellati ogni anno, oltre cento lavoratori impegnati e oltre 160mila prosciutti stagionati, dei quali 15mila Crudo di Cuneo DOP. Oggi è la più importante azienda di trasformazione del settore suinicolo della provincia Granda e se ha raggiunto questi numeri lo dobbiamo anche a Luigi”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium