/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 aprile 2019, 11:35

Saluzzo: al "Tapparelli" l'incontro sul tema “ Educazione alimentare e Parkinson”

Appuntamento sabato 20 aprile. Incontro organizzato dal Rotary Alpi del Mare

Saluzzo Residenza Tapparelli

Saluzzo Residenza Tapparelli

All’interno del progetto “Attivi e creativi con il Parkinson” avviato nel mese di maggio del 2016 presso la Residenza Tapparelli D’Azeglio di Saluzzo viene organizzato sabato 20 aprile un incontro tematico, con il  dottor Stefano Arlotto  dietista e specializzato in Scienze dell’alimentazione, dal titolo “ Educazione alimentare e Parkinson”.

L’iniziativa, promossa dal Rotary Club di Cuneo – Alpi del Mare, avviene all’interno di un progetto più ampio, avviato nella struttura saluzzese, finalizzato alla prevenzione della malnutrizione nell’anziano.

L’incontro si terrà alle 10 presso la sala Costanza della Residenza Tapparelli situata al pianoterra.

Il gruppo “ Attivi e creativi con il Parkinson ” è formato da pazienti affetti da Parkinson e i loro caregiver. Nel corso del 2018, il gruppo si è strutturato come ambulatorio multidisciplinare che si avvale dell’ausilio delle terapie non farmacologiche a supporto della terapia farmacologica convenzionale.

Il progetto, coordinato dalla  dottoressa Mara Fantone, psicologa- psicoterapeuta, prevede un calendario strutturato con incontri che avvengono il sabato mattina con trattamenti di fisioterapia rivolti al paziente, proposti dal fisioterapista Petrone Davide, mentre il familiare ha la possibilità di effettuare incontri di yoga con esercizi finalizzati al rilassamento psicofisico, proposti da Tiziana Mozzone esperta di yoga.

Una volta al mese, la psicologa, incontra i familiari offrendo loro un sostegno psicologico che deriva principalmente dallo scambio di informazioni e da unreciproco sostegno emotivo favorendo un clima di socializzazione tale da garantire una adeguata presa in carico della coppia paziente-familiare, contenendo quel senso di disagio e smarrimento che viene vissuto da quando viene comunicata la diagnosi e comincia l’iter terapeutico.

Uno spazio mensile viene dedicato dalla psicologa anche al paziente che all’interno del gruppo può condividere pensieri e vissuti inerenti la malattia.Tra i principali obiettivi del progetto vi sono: portare il paziente ad essere parte attiva della terapia; fornire momenti di ascolto e supporto psicologico al paziente; fornire momenti di ascolto e supporto psicologico al caregiver; fornire informazioni tecniche e consigli attraverso incontri tematici; creare momenti di dialogo e socializzazione; contenere il disagio correlato alla patologia;favorire la compliance del paziente; favorire lo scambio di esperienze tra i partecipanti.

Per informazioni è possibile contattare la dottoressa Mara Fantone al seguente numero: 339 42 81 924. 

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium