/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 18 aprile 2019, 07:45

La Delegazione di Bra dell’Aci riprende l’attività nella storica sede di via Adolfo Sarti

L’inaugurazione è avvenuta nel pomeriggio di mercoledì 17 aprile alla presenza di tanti ospiti

La Delegazione di Bra dell’Aci riprende l’attività nella storica sede di via Adolfo Sarti

Tempo di rinnovamento per la Delegazione braidese dell’Aci che, dopo un breve intervallo di tempo, ha ripreso la sua attività offrendo i servizi del mondo Aci ai suoi soci ed a tutti gli automobilisti.

L’inaugurazione è avvenuta nel pomeriggio di mercoledì 17 aprile nella storica sede di via Adolfo Sarti, 7. Cambiamento nella tradizione, quindi, che trova il suo punto di forza nella volontà di rendere l’Aci della Granda sempre più vicina ai cittadini, capace di offrire loro servizi di qualità ed una consulenza a trecentosessanta gradi sul mondo dei motori. Con quella di Bra, sono nove le sedi dislocate in provincia a coprire un vasto territorio e facilitando alla popolazione il raggiungimento degli sportelli in cui ricevere assistenza ed effettuare le operazioni proprie degli automobilisti.

Il Presidente dell’Automobile Club Cuneo, Francesco Revelli, ha commentato: “È fondamentale vivere il territorio e noi, come Aci Cuneo, ci impegniamo a farlo. Gestiti da privati, ma in collaborazione con noi, in Provincia abbiamo le Delegazioni di Cuneo, Alba, Bra, Racconigi, Savigliano, Saluzzo, Mondovì, Fossano e Santo Stefano Belbo”. Le nuove sfide legate alla mobilità, all’ambiente e alla sicurezza stradale non fanno paura, ma sono uno stimolo in più per la compagine cuneese.

Spiega ancora Revelli: “L’Aci è un Ente pubblico non economico, che ha tre grandi missioni. Per primo la sicurezza stradale: facciamo iniziative nelle scuole e non solo, per insegnare la guida sicura e come ci si deve comportare al volante in relazione anche al fatto che oggi c’è un cambiamento della mobilità. L’Aci non si rivolge solo agli automobilisti, un po’ alla volta si sta occupando della mobilità delle persone. Quindi, la sicurezza deve garantire una mobilità sicura per ognuno. Ad esempio, faremo una sperimentazione con Cuneo e le Valli sulla info-mobilità, fornendo, tramite app, radio, gps, il massimo delle informazioni a chi percorre le strade in auto e non solo. Per secondo abbiamo come compito specifico la transizione, cioè il passaggio ad un’auto più sicura e, soprattutto, elettrica, rispettosa dell’ambiente e non vi è dubbio che sempre di più mobilità privata e pubblica dovranno integrarsi a vantaggio della libertà degli utilizzatori, che dovranno imparare ad usare la vettura se non quando è strettamente necessario. L’ultimo aspetto è quello sportivo, per far avvicinare le persone alle auto. Ci siamo mobilitati molto, perché il Rally di Alba diventasse una gara nazionale e lo è diventata. Grazie all’Automobile Club centrale, i rally non sono più solamente delle gare, ma delle passeggiate per far conoscere il paesaggio e vivere meglio il rapporto sia con il territorio che con la natura. Da questo punto di vista siamo in una fase di forte transizione”.

Con la riapertura dell’ufficio Aci di Bra aumentano e migliorano i servizi offerti alla clientela: in un unico luogo, infatti, sarà possibile disbrigare le diverse pratiche auto, pagare il bollo, con il valore aggiunto di poter contare sull’esperienza e l’affidabilità garantite da Aci. “Naturalmente, quando si collabora con dei privati bisogna che anch’essi acquisiscano una certa capacità e qualità per dispensare e offrire i servizi dell’Aci nel miglior modo. A Bra la gestione è stata assunta da chi aveva già la Delegazione di Racconigi. Nella fase di riapertura li supporteremo con il nostro personale di Cuneo” ha concluso il Presidente Revelli, che ha parlato di fronte ad un’importante platea di ospiti.

Sono intervenuti, tra gli altri, gli assessori Gianni Fogliato e Fabio Bailo in rappresentanza delle Istituzioni municipali; Enzo Basso per l’Ascom Bra; Bruno Montanaro, presidente dell’Associazione Cinzano Rally Team; Roberto Rolfo, vice presidente dell’Aci Cuneo accompagnato dai membri del Consiglio di Amministrazione. Autorità e partecipanti hanno augurato un buon lavoro alla nuova gestione condotta da Claudia Fragomeli e Matteo Votta.

Il tutto suggellato dal brindisi d’onore e da un ricco buffet di benvenuto. L’ufficio sarà aperto al pubblico lunedì, martedì, giovedì e venerdì con orario 9/12.30 e 15.15/18.15, mercoledì dalle 15.15 alle 18.15 e sabato dalle 9 alle 11.30 (dal prossimo 27 aprile).

Per i dettagli inerenti ai servizi offerti dalla Delegazione di Bra e da tutti gli uffici Aci della provincia, consultare il sito dell’Automobile Club Cuneo: www.cuneo.aci.it

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium