/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 18 aprile 2019, 19:27

A Cuneo la mostra "Color is Life" dell’artista Fabrizio Oberti, con opere inedite sul tema del paesaggio

L'inaugurazione sabato 4 maggio alle ore 17.30 con la partecipazione dell’attrice Cinzia Mattei

A Cuneo la mostra "Color is Life" dell’artista Fabrizio Oberti, con opere inedite sul tema del paesaggio

Presso “Chiodini Cornici”, in via del Passatore 75, dal 4 al 31 maggio, l’artista Fabrizio Oberti espone in una personale dal titolo “COLOR IS LIFE”, una collana di opere prime quasi totalmente inedite e di recente esecuzione sul tema del paesaggio.

Dipinti che portano avanti una sperimentazione ventennale sulla ricerca di matericità pittorica e cromatismi accesi, che mettono in evidenza la forza e la potenza del mondo naturale nei confronti di un’umanità piccola e spesso immersa in uno spazio immenso quale quello dell’ambiente naturale del nostro pianeta, rappresentato da “infinite” campagne fiorite, giardini strabordanti di colori, intense marine, campi di grano maturi, alberi possenti e dominanti la scena pittorica.

Paesaggi dai forti contrasti luministici, dai colori “scolpiti” da decise ed energiche spatolate tridimensionali, che fanno emergere la pasta pittorica verso l’osservatore e che coinvolgono lo stesso, quasi a volerlo far entrare metaforicamente nel soggetto dipinto. In mostra anche uno speciale legato ai piccoli formati e ai dipinti su porcellana a freddo, oltre a tele di grandi dimensioni.

L’operato dell’artista è stato di recente pubblicato sul CAM (Catalogo dell’Arte Moderna della Mondadori) e presente in molteplici collezioni private e pubbliche.

Hanno scritto di lui vari critici, tra cui l’esperto d’arte Valerio Santi che affrema: "Definire Fabrizio Oberti un pittore impressionista moderno, penso sia un’affermazione alquanto riduttiva. Se agli esordi le sue opere figurative seguivano il filone di quell’ approccio visivo, ed avevano, quindi, nell’immediatezza del tratto, nella freschezza della composizione, tutte tipiche degli impressionisti, il loro baricentro, era già altresì vero che questo tocco si sostanziava sul supporto ospitante con diversi cromatismi accesi e squillanti, esaltati da una estrema densità di colore e materia. Questi densi agglomerati che ne derivavano, erano capaci di trasformare la tela in un bassorilievo, con materia e cromaticità estreme, atte a denotare il più impulsivo e caratterizzante approccio a carattere informale dell’opera".

La mostra è organizzata in collaborazione con la Fondazione ARCO di Cuneo che si occupa di ricerca clinica oncologica e sarà visitabile in orario negozio (dal martedì al sabato 8:30 – 12:30 e 15:30 – 19:30, il giovedì solo pomeriggio). Ingresso libero.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium