/ Politica

Politica | 18 aprile 2019, 09:30

"Verzuolo per il sociale", il candidato Giancarlo Panero fa il punto di quanto è stato fatto in cinque anni

261mila euro a sostegno delle associazioni di volontariato nei cinque anni. Il sindaco uscente del quinquennio 2014-2019, mette in evidenza gli interventi operati dal comune per quello che riguarda il mondo del sociale verzuolese

"Verzuolo per il sociale", il candidato Giancarlo Panero fa il punto di quanto è stato fatto in cinque anni

Il candidato a sindaco per la lista "Verzuolo Bene Comune" Giancarlo Panero, sindaco uscente del quinquennio 2014-2019, mette in evidenza gli interventi operati dal comune per quello che riguarda il mondo del sociale.

Ambito su cui l'attuale amministrazione ha investito 261mila euro a sostegno delle associazioni di volontariato nei cinque anni.

"Sul sociale e i giovani" - spiega Panero - "abbiamo attivato il tavolo delle politiche giovanili insieme a tutti gli attori del territorio (scuola, parrocchia, comune, associazioni giovanili, consorzio monviso solidale, educatori) per analizzare i bisogni del territorio e cercare di attuare una politica condivisa di lotta al disagio. Continueremo a sostenere, come abbiamo fatto durante il nostro mandato le famiglie attraverso il sostegno alla baby accoglienza, attivando i doposcuola a Villanovetta e Falicetto, promuovendo iniziative di sostegno alla genitorialità. Per i giovani, oltre l'educativa di strada, abbiamo sostenuto le attività di segnal'etica anche nella ricerca di locali per la creazione di un centro aggregativo sostenendone anche parte della ristrutturazione e incentivando, attraverso progetti mirati, il protagonismo giovanile."

"Cerchiamo da sempre di rendere i giovani verzuolesi parte integrante della vita cittadina e amministrativa"- continua - "Per questo è motivo di grande orgoglio per noi l'attivazione del consiglio comunale dei ragazzi. Abbiamo potenziato l'impegno nell'estate ragazzi attivandola per 4 settimane 9 ore al giorno  in collaborazione con la parrocchia per migliorare la coesione sociale e diminuire il disagio in accordo  con il consorzio Monviso Solidale e l'assistente sociale. Inoltre il comune di Verzuolo collabora con gli istituti superiori con percorsi strutturati di alternanza scuola-lavoro."

"Sulla casa di riposo Giuseppe Vada abbiamo seguito l'iter che ha portato alla nuova gestione" - continua Panero -  "con il passaggio nel maggio 2017 alla cooperativa Punto Service di Vercelli. Questo cambio ha portato a un risparmio nelle casse comunali di 120mila euro. Sullo stabile sono stati investiti 250 mila euro per la ristrutturazione e messa a punto. Entro luglio verranno attivati 20 nuovi posti letto per non autosufficienti all'interno del soggiorno per anziani di via Marconi. Oltre a questo importante passaggio è stata attivata l'università delle tre età con un programma culturale e aggregativo nato già nel 2014 e rivolto non solo alla terza età. Questo percorso è stato, infatti, in grado di convogliare e trovare pubblico in tutte le generazioni fornendo programmi variegati e diversificati. "

"Abbiamo valorizzato Palazzo Drago come centro culturale della comunità" - spiega Panero - "La biblioteca all'interno della storica ex sede del comune ha raggiunto nel corso della nostra amministrazione i 3.400 iscritti."

"Grande attenzione è stata inoltre posta in questi anni all'assistenza sociale."
- conclude il sindaco uscente, candidato come primo cittadino per Verzuolo Bene Comune - "Abbiamo attivato gli sportelli adibiti a questa mansione. Abbiamo realizzato la "convenzione quadro Inps" un semplice ma importante servizio di prossimità che il Comune offre ai cittadini verzuolesi in difficoltà motorie per recarsi a Saluzzo e Cuneo o ad utilizzare l’informatica.”

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium