/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 19 aprile 2019, 08:13

Strumenti per lo sviluppo dell’impresa cooperativa: un aggiornamento con Cooperfidi Italia e Regione Piemonte

Partecipato incontro per approfondire le possibilità a disposizione delle cooperative e le misure in apertura

Due immagini dell'incontro

Due immagini dell'incontro

Si è svolto nella giornata di mercoledì 17 aprile un partecipato incontro, organizzato da Confcooperative Piemonte in collaborazione con Cooperfidi Italia, sugli strumenti per lo sviluppo dell’impresa cooperativa.

Questo, alla luce della stagione di prossima apertura, che vede nuove opportunità di sviluppo dovute alla disponibilità di fondi regionali per il riavvio dei fondi rotativi a sostegno degli investimenti di cui alle Leggi Regionali specifiche della cooperazione, la 23/04 e 18/94.

Con l’occasione si sono approfondite inoltre le altre opportunità di carattere nazionale e a valere sui fondi strutturali, cui le cooperative possono attingere per le loro esigenze.

Durante l'incontro sono intervenuti Susanna Barreca, funzionario esperto in materia di sostegno all’impresa, Domenico Sorasio, Giancarlo Berta e Stefania Buffagni per Confcooperative Piemonte, Luciano Zainaghi e Massimo Gallesio di Cooperfidi Italia.

La Dottoressa Susanna Barreca ha illustrato il riavvio dei fondi rotativi regionali, con un focus specifico sulle misure 23/04 e 18/94: la prima utile ad intervenire su imprese in crisi non ancora conclamata ma reversibile, con contributi a fondo perduto per attività di consulenza, richiedibili anche a start up innovative o poli di innovazione, per favorirne punti di contatto; la seconda, dedicata alle cooperative sociali (richiede infatti l’iscrizione all’albo da parte dei richiedenti), finanzia investimenti di vario tipo.

Stefania Buffagni, funzionario Gest-cooper, è poi intervenuta in tema ricerca e sviluppo: ruolo della rappresentanza, ha spiegato, è rispondere con modernità alle esigenze delle imprese, fondamentale sapersi mettere in gioco con strumenti efficaci per sostenere la vision innovativa delle cooperative.

Giancarlo Berta e Domenico Sorasio hanno poi illustrato aggiornamenti di interesse per le cooperative, sugli strumenti finanziari previsti dalla misura Nuova Sabatini, dal POS FESR e dal PSR 2014-2020. Infine, Luciano Zainaghi e Massimo Gallesio hanno presentato le attività di Cooperfidi Italia e le possibilità a disposizione delle imprese cooperative.

“Cooperfidi Italia è il  consorzio, emanazione del Movimento Cooperativo per il rilascio delle garanzie alle Banche a prima richiesta” spiegano Luciano Zainaghi, Responsabile Area Nord di Cooperfidi Italia e Massimo Gallesio referente per il Piemonte, “nato dalla fusione di nove consorzi regionali, di sostegno alle esigenze delle imprese cooperative, per la volontà dei fondi mutualistici delle varie associazioni cooperative, che hanno investito in capitale affinché Cooperfidi divenisse un utile strumento in un momento di difficoltà nell’accesso al credito.

Siamo specializzati nel sostegno all’impresa cooperativa, agli enti del Terzo Settore ed all’agricoltura. Abbiamo importanti obiettivi per il futuro” concludonoZainaghi e Gallesio, “e pianifichiamo di incrementare significativamente, nel prossimo triennio, le garanzie rilasciate grazie ad una importante collaborazione con le Centrali Cooperative, con le Banche convenzionate e grazie a prodotti dedicati specifici settore per settore “.

“Abbiamo ritenuto utile promuovere questo incontro come momento di aggiornamento e confronto con la Regione”
 
spiega Domenico Sorasio, Direttore di Confcooperative Piemonte, “E’ stata un'occasione per affrontare l’intero panorama delle agevolazioni presenti, sia generali, sia settoriali per il comparto cooperativistico. Ringrazio Cooperfidi Italia, strumento che negli ultimi anni ha avuto un notevole ed importantissimo sviluppo.

Ringrazio inoltre la dottoressa Barreca per il prezioso contributo che ha portato all’incontro: è un punto di riferimento per la nostra associazione, per la gestione degli strumenti agevolativi regionali, conosce e comprende molto bene le nostre esigenze."

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium