/ Scuole e corsi

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | 19 aprile 2019, 19:29

I migliori studenti di tutta Italia a Cuneo per la Gara Nazionale Geometri

Mentre i concorrenti svolgevano le prove di progettazione, estimo, topografia e cantiere e sicurezza, i professori accompagnatori hanno avuto modo di visitare bella città e il saluzzese con il castello della Manta

I migliori studenti di tutta Italia a Cuneo per la Gara Nazionale Geometri

In questi giorni a Cuneo si è svolta la Gara Nazionale Geometri CAT 2019, una competizione tecnico-professionale che coinvolge i migliori studenti delle classi quarte degli istituti per geometri di tutta Italia.

La manifestazione si è tenuta nel capoluogo della Granda dato che il vincitore della precedente edizione 2018, Manuel Cesana, è uno studente dell'Istituto cuneese "Bianchi-Virginio".

Mentre i concorrenti svolgevano le prove di progettazione, estimo, topografia e cantiere e sicurezza, i professori accompagnatori hanno avuto modo di visitare bella città e il saluzzese con il castello della Manta.

Il momento centrale dell'evento è stata la cerimonia di martedì pomeriggio al teatro Toselli, con la proiezione di un filmato sulla città e il territorio cuneese ed i saluti istituzionali dell'assessore Serale, dei rappresentanti del Collegio Geometri di Cuneo Guido Drocco e Silvia Tardivo e del dirigente dell'Istituto "Bianchi-Virginio" Ivan Re, intervallati da briosi intermezzi musicali dell'orchestra del liceo musicale diretta dal prof. Cioce.

In questa occasione è stato presentato dagli studenti il video sul progetto di abbattimento delle barriere architettoniche nel centro storico di Cuneo dal titolo: "Il filo di Arianna in contrada Mondovì", vincitore della scorsa edizione del concorso nazionale "I futuri geometri progettano l’accessibilità".

Era presente in rappresentanza dell'Associazione FIABA onlus (Fondo Italiano per l'Abbattimento delle Barriere Architettoniche) l'arch. Antonio Di Bene, che ha ha elogiato gli studenti commentando positivamente il lavoro e portandolo come modello per le città europee, per una progettazione inclusiva, attenta alle esigenze di ogni cittadino con le sue caratteristiche e peculiarità.

La manifestazione si è conclusa mercoledì con un buffet conviviale nel cortile dell'Istituto cuneese, nel quale studenti e docenti hanno potuto trascorrere un piacevole momento di saluto e scambio di emozioni.

Il tiepido sole primaverile ha fatto risplendere la bellezza e l'unicitá di questo evento che, oltre alla valenza formativa e didattica, è stato occasione di condivisione umana e nascita di nuove amicizie e certamente rimarrá per sempre nel cuore dei giovani partecipanti e dei loro insegnanti.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium