/ Speciale elezioni

Che tempo fa

Cerca nel web

Speciale elezioni | 19 aprile 2019, 14:31

Saluzzo, Allemano e il bilancio dei suoi cinque anni in Regione: "Nella prossima legislatura lavorare su persone e ambiente"

"Di cose ne abbiamo fatte tante, ma c’è ancora molto lavoro da fare su: penso alla legge sul consumo di suolo e agli ambiti territoriali integrati"

Saluzzo, Allemano e il bilancio dei suoi cinque anni in Regione: "Nella prossima legislatura lavorare su persone e ambiente"

Sala piena e molte emozioni all’incontro sul bilancio di mandato del consigliere regionale Paolo Allemano, svoltosi ieri a Saluzzo. Hanno introdotto la serata Gianluca Arnolfo, segretario PD Saluzzo, Flavio Manavella, segretario provinciale PD e Andrea Momberto, assessore della città. E’ intervenuta anche Ivana Borsotto, candidata alle elezioni europee.

Paolo Allemano ha parlato del suo percorso in Regione ed è stato “intervistato” da Enrica Baricco, sua compagna di banco nell’Aula consigliare di Palazzo Lascaris in questi cinque anni.

Allemano, ora candidato per il Partito Democratico alle elezioni regionali del 26 maggio, ha raccontato delle sue origini nell’ambito politico e di come il ruolo si sia sovrapposto a quello di medico. Ha sottolineato inoltre come avere delle radici solide sia fondamentale: “Vado a Torino se c’è un ritorno, altrimenti sto a casa”.

La sfida – ha proseguito Allemano – è riportare in politica la dimensione umana, che entra in tutte le pieghe della vita. Chi fa politica deve farlo con la stessa umanità di chi va a fare un normale turno di lavoro al mattino”.

Diverse le tematiche su cui vorrebbe continuare a lavorare e le sfide per il futuro: “Di cose ne abbiamo fatte tante, ma c’è ancora molto lavoro da fare sul tema ambientale; penso alla legge sul consumo di suolo, agli ambiti territoriali integrati, che hanno a che fare con l’assetto amministrativo dei comuni ma ancor di più per la possibilità di intervenire concretamente sullo sviluppo della montagna”.

Il secondo tema è quello delle persone. “Vi è un’infinità di persone fragili, l’Italia è un paese con un’età media di 46 anni - ha proseguito Allemano - stiamo riscontrando un picco di malattie mentali tra i giovani. Ci vogliono provvedimenti che mettano al centro la persona e occorre applicare la legge sulla disabilità approvata recentemente. Persona e ambiente - ha concluso - sono i due temi su cui si deve lavorare nella prossima legislatura. Con il passo del montanaro e non con le “scarpette” di chi corre per riportare le cose indietro e non avanti”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium