/ Cronaca

Cronaca | 20 aprile 2019, 14:21

Controlli antidroga: cinque persone arrestate dai carabinieri in Granda

Recuperati più di nove chili di stupefacente ed una pistola rubata

Controlli antidroga: cinque persone arrestate dai carabinieri in Granda

 

Nei giorni scorsi i Carabinieri del Comando Provinciale, nell’ambito di una serie di controlli antidroga disposti allo scopo di contrastare il traffico di stupefacenti, hanno compiuto diversi interventi dall’esito proficuo.

A Borgo San Dalmazzo i Carabinieri della locale Compagnia hanno tratto in arresto in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti tre soggetti, tutti italiani. Durante un posto di controllo alla circolazione stradale, i militari dell’aliquota radiomobile, supportati anche dai militari delle Stazioni di Limone Piemonte e Vernante fermavano due autovetture con a bordo, rispettivamente, due persone sul primo veicolo e un terzo conducente sul secondo. L’atteggiamento nervoso dei tre individui, oltre alla comune provenienza del trio (un 45enne, un 32enne e un 37enne) dalla provincia di Lecco, veniva notato dai militari operanti che li sottoponevano a perquisizione.

All’interno di una delle due autovetture sono stati rinvenuti due sacchi neri, stipati nel bagagliaio, contenenti complessivamente 8 chilogrammi di marijuana suddivisi in sacchetti di plastica sottovuoto.

Gli approfonditi accertamenti successivi permettevano inoltre di verificare che i soggetti in questione procedevano su autovetture separate per “staffettare” quella con il carico di droga e segnalare al conducente di quest’ultima la presenza delle Forze dell’Ordine.

Al termine degli accertamenti di rito i tre soggetti venivano dichiarati in stato di arresto e condotti presso il carcere di Cuneo a disposizione dell’A.G. competente.

A Bra, i Carabinieri della locale Compagnia, nel corso di un prolungato servizio di appostamento, hanno sorpreso un braidese di 22 anni, già noto alle Forze dell’ordine, e lo hanno sottoposto a perquisizione personale e domiciliare. Nel corso dell’operazione, i militari hanno rinvenuto 750 grammi circa di marijuana, 86 pastiglie di ecstasy, 52 grammi di metanfetamina in cristalli, 21 grammi di canapa, bilancini di precisione e materiale funzionale al confezionamento delle dosi, ed una pistola marca beretta cal.7,65 con cinque colpi nel caricatore, risultata provento di un furto avvenuto nel 2015 ai danni di un’abitazione di Diano d’Alba.

Al termine degli accertamenti di rito il giovane è stato arrestato e condotto presso il carcere di Asti.

Sempre in provincia di Cuneo, a Revello, Paesana e Barge, i Carabinieri della locale Compagnia e della Stazione di Paesana, al termine di un’attività investigativa, hanno deferito all’A.G. di Cuneo 5 persone, tutti ventenni domiciliati in Revello, Paesana e Barge. Nel corso delle indagini sono state dimostrate plurime cessione di stupefacenti - del tipo marijuana ed hashish, nell’ordine complessivo di oltre un chilo di droga per un controvalore di diecimila euro -, avvenute nel corso del 2017, 2018 primi mesi del 2019, in favore di 30 “clienti”, diversi dei quali minori, residenti in vari comuni della Valle Po e del Saluzzese in generale.

Nel corso delle perquisizioni eseguite a carico degli indagati sono stati rinvenuti mezzo etto di marijuana, 10 grammi di hashish, bilancini di precisione e materiale funzionale al confezionamento delle dosi.

Sottolinea il Comandante Provinciale di Cuneo, Col. Rocco Italiano: “L’importante risultato ottenuto dai reparti dipendenti è il frutto della costante azione di contrasto alla diffusione degli stupefacenti, a tutela dei più giovani, che ci poniamo tra i primari obbiettivi della nostra attività quotidiana.”

 


Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium