/ Speciale elezioni

In Breve

Speciale elezioni | 20 aprile 2019, 10:30

Famiglia, giovani, sport, frazioni alcuni elementi chiave del programma di "Busca nel cuore"

Eros Pessina e Busca nel Cuore pronti per le prossime comunali del 26 maggio

Eros Pessina

Eros Pessina

A poco più di un mese dal prossimo 26 maggio, data delle elezioni comunali, il candidato sindaco Eros Pessina afferma: “Essere protagonisti e coscienti di appartenere ad una comunità è la benzina che ci fa vivere e marciare verso il domani. Gli ideali condivisi e la voglia di mettersi in gioco ci fanno partecipi della comunità alla quale apparteniamo”.

Con queste parole introduce alcune anticipazioni del suo programma che presto sarà pubblicato su tutti i social e verrà presentato da inizio maggio in tutte le frazioni di Busca e la serata del 10 maggio al Teatro Civico con tutti i candidati della sua squadra Busca nel cuore.

- Cosa può anticiparci del vostro programma?

Il nostro è un programma che ha alla base la riscoperta della semplicità e del vivere in comunità. La riscoperta dei valori della solidarietà e di far parte di una grande famiglia, dove nessuno deve essere lasciato indietro.

- In particolare ha già sottolineato l’importanza della famiglia.

Esattamente. Proprio dalla famiglia, nucleo della società civile, abbiamo voluto partire. Per arrivare alla famiglia sociale. La riscoperta dei valori di solidarietà alla base del benessere collettivo. Vanno aiutate le famiglie in difficoltà con agevolazioni per il pagamento imposte comunali, l'aiuto alle famiglie numerose, agli anziani, a coloro che vivono la disabilita.  Ad esempio con il progetto "Dopo di noi" si cerca di aiutare i diversamente abili per preparare la vita futura in cui i genitori non ci saranno più. Oltre a progetti di esperienze artistiche tra diversamente abili e normodotati.

Inoltre il lavoro. Indispensabile per il domani della famiglia.I giovani sono il segno tangibile del futuro. Nella famiglia giocano un ruolo fondamentale, sono il domani. Il centro pulsante della vita di ognuno. Ai giovani devono essere dati degli spazi culturali e creativi propri. E noi lo faremo, con strutture ad ok o adattando strutture esistenti come parte dell'area ex capannoni vicino alla Croce Rossa. Aree aggregative. Anche per quando saranno più grandi, quando troveranno il loro sfogo sportivo.

- Durante la presentazione dei candidati lo scorso 13 aprile è stato sottolineata un elemento che sta a cuore al vostro gruppo, lo sport.

Sì lo sport è un nostro obiettivo particolarmente curato. Poiché vogliamo finalmente creare un campo da calcio in erba sintetica. E risistemare anche le tribune del campo sportivo "Natale Berardo". E comunque tutti gli sport sono stati presi in considerazione. Grazie anche all'apporto dei nostri candidati. Che adorano sia il calcio sia altri sport quali la Podistica. E proprio per quest'ultima abbiamo pensato ad una pista apposita. La spesa della costruzione del nuovo campo da calcio può essere finanziata con contributi europei e può essere ammortizzata in parte con l'utilizzo del campo sintetico da parte di altre società calcistiche, in quanto il campo sintetico è molto richiesto, soprattutto nelle stagioni piovose e con neve.

Per i giovani e meno giovani vogliamo ricostruire a Busca una piscina, che esisteva in città molti anni fa. Non dimenticheremo e non abbiamo dimenticato tutti gli altri sport e tutte le associazione che con impegno tengono in alto il nome di Busca. Lo sport ai primi posti. Insieme al far rivivere alla città una stagione di passione politica e sociale. Attraverso la promozione della cultura, dei prodotti locali.

- E per far sentire anche le frazioni parte integrante della città cosa avete qualche proposta?

Unire maggiormente le frazioni alla città, al nostro centro storico, è un altro obiettivo importante è di facile realizzazione. Istituiremo un servizio navetta costituito da un piccolo autobus che effettuerà un collegamento fra le frazioni tutte e il centro storico. Soprattutto il venerdì giorno di mercato. Inoltre il sabato e la domenica. Perché proprio il sabato sera, dalle 19.30 fino alle 24 della domenica la via centrale di Busca storica, via Umberto, si trasformerà  in zona pedonale, salvo i residenti. E in quest'area la città prenderà vita. Con concertini, cinema all'aperto, feste di piazza, occasioni di aggregazione. Dando la possibilità ai bar di creare dehors gratuiti sul suolo pubblico.

Faremo rivivere Busca e il suo  nuovo Marchesato. Creeremo a Busca una nuova Seborga piemontese. Perché Busca ha un fascino unico. Già Giovanni Pascoli in Odi e Inni "A Re Umberto" Re che ha dato il nome alla nostra via principale nel centro, aveva citato Busca. Riscopriamo e facciamo rivivere la Bellezza di Busca. Con semplicità e passione. Busca sarà bellissima.

sg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium