/ Speciale elezioni

In Breve

Speciale elezioni | 20 aprile 2019, 15:50

Limone Piemonte verso le elezioni, Angelo Fruttero: “Non mi ricandido sindaco bensì consigliere comunale nella lista di Massimo Riberi”

Il primo cittadino uscente fa un bilancio dei 5 anni di mandato. Su Domenico Clerico che si ricandida: "Di lui sappiamo tutto; cosa pensa, cosa dice e le idee che ha sulla neve. È un 'déjà vu'. Scelgano gli elettori”

Angelo Fruttero

Angelo Fruttero

La tornata elettorale in programma in primavera riguarderà anche il comune di Limone Piemonte, governato da 5 anni a questa parte dal sindaco Angelo Fruttero, che abbiamo intervistato per capire le sue intenzioni in ambito amministrativo e per tracciare un bilancio del suo mandato.

2019, anno elettorale: Angelo Fruttero si ricandiderà a ricoprire il ruolo di sindaco di Limone Piemonte?

“Non mi ricandido sindaco, bensì come consigliere comunale nella lista di Massimo Riberi. Lo sostengo perchè è un candidato nuovo, con esperienza di amministrazione comunale, in quanto è stato dipendente del comune in passato. È molto motivato per il suo futuro impegno. La lista è composta da molti giovani con il supporto di amministratori con esperienza”.

Qual è o quali sono i progetti più importanti che ha curato da vicino in questi 5 anni?

"Ce la siamo cavata benissimo, soprattutto considerando che siamo entrati nel momento storico peggiore. Prima del 2014 Limone era un comune molto ricco. Io ho dovuto far fronte al patto di stabilità, al crollo verticale degli oneri di urbanizzazione e alla drastica riduzione dei rimborsi Imu da parte dello Stato. Inoltre abbiamo avuto problemi enormi con il Tenda. I lavori sono iniziati nel 2014, proprio con la nostra entrata in carica. Ancora oggi siamo ad una fase non definita e critica per l'attività turistica dei limonesi.

Ringrazio i limonesi perchè sono stati bravissimi nel gestire una situazione per nulla precisa. La professionalità che hanno dimostrato ha fatto sì che i disservizi non abbiano minimamente intaccato l'immagine di Limone turistica.

Nonostante tutto siamo riusciti a raggiungere molti obiettivi.

Abbiamo messo in cantiere molti progetti: la realizzazione della via ferrata, abbiamo messo in porto la pista ciclabile tra Cuneo e Limone, e rifatto la strada dei Meani. Poi abbiamo rifatto la rampa di accesso all'autorimessa pubblica di San Sebastiano e rifatto il pavè in piazza San Sebastiano, messo in sicurezza le scuole con una particolare attenzione al risparmio energetico, rifatto l'asfaltatura delle strade in paese che non venivano toccate da anni.

A Limonetto abbiamo realizzato un mini campetto polifunzionale e parte dell'illuminazione pubblica. Le lampade a incandescenza sono state sostituite per una grande percentuale con le lampade led. La ristrutturazione in corso dei locali sopra l'asilo servirà ad uso foresteria per gli studenti sportivi.

Sullo sci abbiamo vissuto, a inizio mandato, un perodo critico per quanto riguarda la società impianti. Periodo critico ora risolto. Il comune ha dato in concessione alla Lift i tre impianti di risalita: atto importante dal punto di vista economico perchè il comune si è fatto carico di manutenzioni straordinarie degli impianti stessi.

Abbiamo infine mantenuto e, quando possibile, integrato i contributi per l'asilo infantile e per la casa di riposo".

Qual è la fotografia attuale del tessuto socio-economico di Limone Piemonte?

"Si tratta di un Comune votato principalmente al turismo. Il 90% delle sue attività sono al servizio del turista. Limone è uno dei comuni turistici più importanti della provincia che gode di una situazione geografica particolare dovuta appunto al valico del Tenda che facilita l'accesso dei turisti sia dalla Riviera di Ponente che dalla Costa Azzurra. È un Comune vivo, in espansione.

Scelta vincente è stata l'assegnazione della gestione dell'ufficio turistico all'Atl del Cuneese che ha aumentato il bacino di informazione e utenza a livello europeo.

Sul piano del turismo il bilancio è assolutamente positivo. Abbiamo messo in cantiere realizzazioni come la pista ciclabile Cuneo-Limone, l'alpeggio in regione Valletta, e la via del Sale (gestita dai comuni di Limone Tenda e Briga).

Molta importanza è stata data alle manifestazioni: la Pro loco e Limone for Family hanno sempre beneficiato dei contributi necessari per le manifestazioni sia turistiche che invernali".

Limone è un Comune montano: quali ricadute genera la montagna sul vostro territorio comunale? E in che misura è cresciuto il comprensorio della Riserva Bianca negli anni del Suo mandato?

"In pieno accordo con la Lift e grazie ai fondi regionali (4,5milioni di contributo regionale e 500mila cofinanziati dal Comune) verrà potenziato il sistema di innevamento programmato con la realizzazione di un bacino artificiale e nuove linee di innevamento.

La montagna è fondamentale per noi. Noi viviamo di neve ma è importantissimo anche il fatto che Limone sia compreso tra due aree protette: il Parco Alpi Marittime e il Marguareis. Pur avendo due missioni diverse, Comune e parco naturale possono convivere e tutto ciò dà un valore aggiunto. Si tratta di una grande opportunità che noi dobbiamo sfruttare".

Nell'ultimo quinquennio in cosa è migliorato il Suo Comune?

"Abbiamo imboccato la strada buona e giusta. Da un punto di vista urbanistico abbiamo favorito la realizzazione di nuove strutture alberghiere, cosa di cui Limone è molto carente. Saranno 5: a Limonetto, Sant'anna, Campo Maneggio e due in zona Cascina Rossa".

Su quali settori, invece, è necessario lavorare ancora nei prossimi anni?

"Sempre in ottica turismo. È importantissimo aumentare la ricezione turustica per quanto riguarda gli alberghi classici”

Cosa pensa della lista avversaria capeggiata da Clerico?

“Clerico, caro collega, è persona ormai conosciuta a Limone. Si interessa del Comune da circa 20 anni. Di lui sappiamo tutto: cosa pensa, cosa dice e le idee che ha sulla neve. È un 'déjà vu'. Scelgano gli elettori”.

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium