/ Economia

Economia | 21 aprile 2019, 10:15

Come scegliere le casse amplificate

Considerate che la cosa varia molto in base all’uso che intendete farne. Cioè se le dovete comprare per hobby oppure se lo scopo è quello di farne un uso professionale

Come scegliere le casse amplificate

Oggi vediamo come scegliere le casse amplificate. Considerate che la cosa varia molto in base all’uso che intendete farne. Cioè se le dovete comprare per hobby oppure se lo scopo è quello di farne un uso professionale. Considerate poi che i prezzi delle casse amplificate variano molto non solo in base a questo ma anche a tanti altri fattori e caratteristiche tecniche.

Per chiarire ogni dubbio, le casse amplificate sono note anche come casse attive. Possiedono dei diffusori con amplificatori interni. Tutto ciò che dovete fare per utilizzarle è collegarle alla presa di corrente e a una sorgente di suono come può essere per esempio uno stereo, un computer, la televisione un lettore mp3.

Sono le casse acustiche più diffuse in commercio un po’ perché sono appunto molto semplici da installare, un po’ perché comunque sia occupano poco spazio.

Prima ho parlato infatti di casse attive. Esistono però anche delle casse passive, le quali per funzionare hanno bisogno di un preamplificatore esterno e uno indipendente. Inoltre come puoi ben immaginare occorre anche molto più spazio a disposizione per poterlo installare. Queste casse sono abbastanza complesse e infatti difficilmente sono acquistate da chi segue tutto questo come hobby ma piuttosto sono adatte per i dj e i musicisti.

Un altro vantaggio delle casse amplificate è la presenza dei filtri cross-over e degli equalizzatori. In pratica non c’è bisogno di aggiustare il suono come capita invece con quelle passive e va da se che se non sei capace di farlo la qualità dell’audio poi non è molto buona.

I parametri da valutare prima dell’acquisto

I parametri da valutare prima dell’acquisto sono diversi. Conoscerli ti aiuta a non commettere errori di cui poi ti pentiresti. Come prima cosa devi valutare la potenza della tua cassa amplificata. Di solito considera che per utilizzarle in casa sono sufficienti quelle da 20 o 30 Watt. I professionisti che per esempio devono usarle in ambienti ampi o all’esterno hanno bisogno di una potenza maggiore. Nell’amplificatore i watt indicati riguardano la potenza al suo interno. Nei diffusori passivi invece la potenza che può sopportare.

Come seconda cosa devi calcolare le frequenze. Gli altoparlanti con frequenze basse vengono chiamati woofers, quelli invece con frequenze medie midrange. Se le casse amplificate hanno frequenze alte allora si chiamano tweeters. La tua scelta deve ricadere sull’una o le altre in base alle tue necessità.

Prima di acquistare le tue casse amplificate comunque devi anche calcolare le dimensioni, devono essere proporzionate allo spazio che hai a disposizione in casa. Questo aspetto viene spesso sottovalutato ma è fondamentale non solo chiaramente per non avere un ingombro superiore a quello che potete permettervi, ma anche per acquistare casse amplificate che possono veramente aiutarvi ad avere un suono pulito e di qualità.

Il numero ideale di casse attive è due o più. Comunque almeno due da mettere una a sinistra o una a destra. In questo modo hai un suono ben distribuito all’interno della stanza.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium