/ Cronaca

Cronaca | 22 aprile 2019, 21:22

Montaldo Roero piange l’ex sindaco Renato Torasso: fatale una caduta mentre lavorava nel cortile della sua abitazione

Nel pomeriggio di sabato l’incidente e il ricovero in elisoccorso all’Ospedale "Santa Croce" di Cuneo, dove il 67enne impresario edile, in pensione da pochi mesi, si è spento questa notte

Renato Torasso, 67 anni, con la moglie Angela

Renato Torasso, 67 anni, con la moglie Angela

"Un dolore immenso per la nostra comunità, che perde un insostituibile punto di riferimento, sempre presente per il paese e in qualunque occasione ce ne fosse stato bisogno. Una guida per tante persone, giovani e meno giovani".

Con queste parole il sindaco di Montaldo Roero Fulvio Coraglia ricorda Renato Torasso, per un decennio (1995-2004) suo predecessore sulla poltrona di primo cittadino del piccolo centro roerino, mancato nella notte all’ospedale "Santa Croce" di Cuneo per i postumi del trauma rimediato nel pomeriggio di sabato 20 aprile mentre in compagnia del genero svolgeva alcuni lavori nella sua abitazione di frazione San Giacomo.

Sessantasette anni, da pochi mesi ritiratosi dalla sua attività di impresario edile, Torasso stava lavorando a un riparo per i suoi cani da tartufo, conferma ancora Coraglia, attività cui da qualche tempo amava dedicarsi, quando è caduto battendo violentemente il capo. Le sue condizioni sono parse subito gravi ai soccorritori, che giunti sul posto ne hanno disposto il trasferimento in elisoccorso al nosocomio cuneese. Operato d’urgenza, si è purtroppo spento nella notte tra Pasqua e Pasquetta.

La notizia della sua scomparsa ha destato profonda impressione in paese e in tutta la Sinistra Tanaro, dove Torasso era molto conosciuto anche in virtù della sua attività professionale, e in tanti in queste ore hanno manifestato la propria vicinanza alla famiglia dell’uomo, che lascia la moglie Angela, oltre a tre figlie e una nipotina in età scolare.

La data delle esequie non è ancora stata fissata, nell’attesa del necessario nulla osta da parte della magistratura.  

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium