/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 13 maggio 2019, 11:05

Si chiude il progetto "Il corpo danneggiato: emergenze in adolescenza": a Mondovì la giornata finale

Venerdì 17 maggio l’evento conclusivo del progetto con laboratori e spettacolo finale sul cyberbullismo

Si chiude il progetto "Il corpo danneggiato: emergenze in adolescenza": a Mondovì la giornata finale

Promuovere la salute e il benessere adolescenziale, favorire la costruzione dell’identità personale e migliorare l’efficacia terapeutica dei percorsi dedicati ai ragazzi con disagio psicopatologico.

Erano questi gli obiettivi principali del progetto “Il corpo danneggiato: nuove emergenze in adolescenza”, finanziato dalla Fondazione CRC nell’ambito del Bando “Prevenzione e Salute 2016”, promosso dalla Città di Mondovì con la collaborazione dell’Asl Cn 1, del Cssm, della Caritas Diocesana, dell’Associazione Genitori, del CFP Cebano-Monregalese, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, dell’Unione Montana del Cebano, della cooperativa “Caracol” e degli Istituti scolastici cittadini.

Dopo quasi tre anni di attività il progetto volge al termine. Attività e risultati, già illustrati in sede di Consiglio Comunale, verranno “restituiti” alla popolazione nell’ambito di una giornata conclusiva che si terrà venerdì 17 maggio.

Significativo anche il titolo dell’evento: “CDream: nuovi orizzonti in adolescenza”, a testimoniare il percorso fatto dall’emergenza di un corpo danneggiato all’adolescenza come nuovo orizzonte, da vivere mettendosi in gioco e superando le proprie paure. La giornata di venerdì sarà strutturata in due momenti: un pomeriggio di formazione per genitori e “addetti ai lavori” e uno spettacolo teatrale finale aperto a tutti.  

Pomeriggio di formazione e confronto

Alle ore 14,30, presso il Teatro “Baretti”, presentazione generale del progetto. Seguirà un pomeriggio formativo rivolto a operatori, insegnanti e genitori, che avranno modo di partecipare a quattro differenti laboratori:  

-       Medi#zioni a cura di Michele Marangi, Media Educator e Docente Università Cattolica di Milano, che affronterà il tema dei media digitali e della consapevolezza nell’uso dei social;  

-       Arrampicare: oltre la propria zona di comfort, a cura di Giorgia Tesio, campionessa italiana di arrampicata boulder, e Andrea Prette, Guida Alpina;   -       La pratica del teatro come occasione di scoperta, a cura dell’attrice, regista e insegnante di recitazione Elena Griseri;  

-       Display, percorsi di benessere digitale, a cura di Valentino Merlo, educatore professionale del Dipartimento Dipendenze dell’Asl Cn 2.  

La partecipazione ai workshop è gratuita e le iscrizioni sono aperte, occorre registrarsi scrivendo a cdreaminfo@gmail.com.  

“We Bulli”: una serata contro il cyberbullismo.

Venerdì sera, alle ore 20,30, evento conclusivo con lo spettacolo “We Bulli”, allestito presso il Teatro “Baretti”. La serata, realizzata con la collaborazione di “Elea Teatro”, industria scenica di Milano, affronterà la tematica del cyberbullismo. Ingresso libero.  

 

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium