/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 14 maggio 2019, 13:00

Oltre 300 giovani della Croce Rossa al meeting regionale di Mondovì

Alla due giorni hanno preso parte anche una delegazione della Valle d’Aosta, della Lombardia e delle Marche

Alcune immagini della due giorni

Alcune immagini della due giorni

Una vera festa quella dello scorso fine settimana a Mondovì, la cui sede della CRI ha ospitato  il “Meeting 2019” dei giovani della Croce Rossa Italiana del Piemonte.

Un evento che ha visto la presenza del vice presidente nazionale dei giovani CRI, Gabriele Bellocchi, del vice presidente giovani CRI del Piemonte, Mattia Di Febbo, assieme al presidente del Comitato regionale CRI del Piemonte, Antonino Calvano, al vice presidente del Comitato di Mondovì, Romano Cora, all’Ispettrice delle Infermiere volontarie, sorella Giuliana Turco e alla vice sorella Gisella Curti, al sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, accompagnato dell’assessore Luca Robaldo.

A fare gli onori di casa il responsabile del gruppo Giovani del Comitato CRI monregalese, Geppo Bessone, che, in chiusura di manifestazione, ha ringraziato i giovani di Mondovì e Peveragno per l’organizzazione e quanti hanno collaborato alla buona riuscita del meeting, cui hanno partecipato oltre 300 ragazze e ragazzi.

Alla due giorni hanno preso parte anche una delegazione della valle d’Aosta, della Lombardia e delle Marche. Tutti sono stati ospitati nei locali dell’Istituto Agrario facente parte del “Giolitti-Bellisario”. Scopo del meeting: la promozione del volontariato per potere offrire un aiuto concreto alle persone in situazione di vulnerabilità, soprattutto nei momenti di maggiore necessità.

Oltre ad affrontare tematiche attuali, sono state trattate anche possibili nuove problematiche, come quella della “dipendenza dalla noia”, mentre molte sono state le “prove” sul campo, cui tutti si sono cimentati in un clima di amicizia e collaborazione.

A vincere le gare, aggiudicandosi il trofeo, è stato il Comitato giovani di Torino; al secondo posto, quello di Moncalieri e, al terzo, quello di Lauriana Po. Al termine un momento di musica e di balli per tutti, nel capannone-autorimessa, che solitamente ospita i mezzi di servizio e di pronto intervento.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium