/ Scuole e corsi

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | 15 maggio 2019, 10:47

Da Carrù a Sant'Anna di Stazzema ripercorrendo i luoghi della Resistenza

Trasferta sponsorizzata dalla Bam. Guidavano la rappresentanza piemontese Adriano Cardone dell'Anpi di Carrù, e Romolo Garavagno della onlus "col. Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo"

Foto di Federica Sibilla

Foto di Federica Sibilla

Gli studenti di Carrù e gli interessati alla storia della Resistenza, impegnati nel pellegrinaggio a Sant'Anna di Stazzema, in provincia di Lucca, hanno incontrato, presso il sacrario delle 560 vittime dei nazifascisti, un gruppo di giovani cagliaritani, anche essi giunti presso il memoriale per meditare sulle efferatezze della tirannide.

E' stato così popssibile un significativo scambio di esperienze storico-cultuirali. La BAM (Banca Alpi Marittime) che ha, come ogni anno, sponsorizzato la trasferta, ha centrato la sua finalità sociale.

E' mancato, al Museo della Pace, l'incontro con l'ultimo superstite dalla carneficina, Enrico Pieri, malaticcio per l'età, che, comunque, ha inviato una testimonianza registrata.

Guidavano la rappresentanza piemontese Adriano Cardone dell'Anpi di Carrù, e Romolo Garavagno della onlus "col. Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo", che ha ricordato come "L'esperienza non sia da intendersi semplicemente come un puro ricordo storico, bensì da considerarsi un modo di comprendere  che non si può essere liberi nella coscienza, se tali efferatezze non si ripetono nella nostra nazione. Non si possono  ignorare volontariamente  le attese di chi, poco oltre i nostri confini, sono trattati , ai nostri giorni, altrettanto bestialmente come fecero i nazisti e le spie fasciste a Sant'Anna ed in altre località, durante la dittatura scalzata dalla Lotta di Liberazione"

comunicatto stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium