/ Speciale elezioni

Speciale elezioni | 16 maggio 2019, 10:30

20milioni di euro di contributi straordinari in cinque anni: il bilancio di Mauro Calderoni, sindaco uscente di Saluzzo

“I risparmi che abbiamo ottenuto in questi anni – spiega Calderoni – sono un passo avanti ma da soli non basterebbero a compensare l’azzeramento dei trasferimenti statali. Abbiamo dovuto ricorrere quindi a nuove forme di finanziamento, sviluppando nel tempo una grande capacità di attrarre investimenti al di fuori dell’attività ordinaria”

Mauro Calderoni

Mauro Calderoni

20milioni e 900mila euro nel giro di cinque anni.

A tanto ammonta il bilancio dei contributi straordinari ottenuti e portati a casa dall’Amministrazione comunale uscente di Saluzzo, guidata dal sindaco Mauro Calderoni, giunto al termine del suo primo lustro alla guida della città.

I risparmi che abbiamo ottenuto in questi anni – spiega il sindaco uscente – sono un passo avanti ma da soli non basterebbero a compensare l’azzeramento dei trasferimenti statali. Abbiamo dovuto ricorrere quindi a nuove forme di finanziamento, sviluppando nel tempo una grande capacità di attrarre investimenti al di fuori dell’attività ordinaria”.

La macchina comunale si è dunque specializzata, sempre di più, nella redazione di progetti in grado di suscitare l’approvazione delle varie commissioni.

La fetta più cospicua di introiti alla voce ‘Contributi’ – continua Calderoni – proviene dal Programma di cooperazione transfrontaliera tra Italia e Francia ‘Alcotra’, con una partnership con città e dipartimenti francesi. ‘Cyclo-Monviso’, ‘Saluzzo Reseau 2.0’ e ‘Véloviso’ sono i progetti che hanno fornito un importante opportunità di sviluppo per la promozione turistica.

‘Giovani, territorio e Comunità future’ e ‘ComViso’ hanno fornito invece coperture per lo sviluppo di politiche giovanili e per la realizzazione del centro giovani presso l’ex Caserma Musso”.

8milioni di euro li ha ottenuti – da solo – il progetto “Terres Monviso”, nell’ambito del Piter (Piano integrato transfrontaliero territoriale).

La candidatura di Saluzzo e delle Terre del Monviso si è trasformata nel sostanzioso contributo – sottolinea Calderoni – che permetteranno di lavorare alla messa in sicurezza del territorio, al sostegno degli anziani, sull’economia verde e sostenibile.

Oltre a ciò, 2milioni e 400mila euro saranno destinati alla promozione turistica”.

La capacità di Saluzzo di attrarre contributi straordinari non si esaurisce però con i progetti a lungo termine.

Vanno infatti ricordate le iniziative che hanno ottenuto sostegno da Regione, fondazioni bancarie ed Enti che hanno voluto associare il loro nome alla certa riuscita degli eventi.

Alcuni esempi? “Occit’amo, che in 4 edizioni ha ottenuto 319mila euro oppure il Marchesato Opera Festival, che ogni anno conta su 15mila euro delle fondazioni bancarie”.

Lo stesso vale per le due fondazioni di emanazione comunale, la Fondazione Amleto Bertoni e la Fondazione Alto Perfezionamento Musicale, che hanno acquisito un’ottima capacità di fundraising, con 3milioni di euro di contributi negli ultimi 5 anni.

Fondi giunti dall’Unione Europea, dalla Regione, dalla Camera di Commercio, fondazioni bancarie e sponsor privati.

Per l’APM – dice Calderoni – i finanziamenti erogati per le attività concertistiche e le masterclass segnano una crescita costante, segno di apprezzamento per l’attività di promozione della musica.

Sulla FAB, invece, il merito è da ascrivere alla grande risonanza mediatica riscontrata dalle iniziative che vengono proposte nell’arco di tutto l’anno”.

comunicato politico elettorale

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium