/ Speciale elezioni

Speciale elezioni | 18 maggio 2019, 17:30

Luigi Genesio Icardi (Lega): "Il Piemonte come la Svizzera? Insieme si può"

"Il Piemonte è contribuente netto per 10 miliardi l’anno, verso Roma. Parliamo di circa 2300 euro di imposte che ogni piemontese lascia ogni anno a Roma… ricevendo spesso ostacoli alla propria attività economica"

Luigi Genesio Icardi

Luigi Genesio Icardi

Il Piemonte si conferma essere, secondo l’analisi del Centro Studi e Ricerche di San Paolo Intesa, una delle locomotive dell’export nel nostro Paese. La provincia di Cuneo ha fatto egregiamente la sua parte: alcuni distretti, fra cui i vini delle Langhe, Roero e Monferrato, i dolci di Alba e Cuneo hanno chiuso l’anno 2018 con il record storico delle esportazioni.

I distretti dei vini delle Langhe, Roero e Monferrato, si sono collocati al terzo posto in Italia per crescita delle esportazioni, ma hanno brillato anche nocciola e frutta piemontese, oltre ai già ricordati dolci di Alba e Cuneo. Vi lascio immaginare come potremmo essere, con queste capacità, se avessimo un quadro normativo meno opprimente, un fisco più leggero e la capacità di poter investire risorse nella nostra crescita. Tutto questo non è impossibile: si chiama autonomia, nell'ambito delle regole della Repubblica italiana, secondo la via che lombardi e veneti hanno già votato con un referendum.

Il Piemonte è contribuente netto per 10 miliardi l’anno, verso Roma. Parliamo di circa 2300 euro di imposte che ogni piemontese lascia ogni anno a Roma… ricevendo spesso ostacoli alla propria attività economica. Se una parte di queste risorse potesse restare alle nostre famiglie, in forma di maggiori servizi (dalla sanità ai trasporti, passando per la scuola) o ai nostri imprenditori, in forma di minori imposte vi lascio immaginare di quanto migliorerebbero la nostra qualità di vita e la nostra economia.

Tutto questo può accadere presto. E’ necessario mandare a casa quei professionisti della politica, poco avvezzi al lavoro, che sono stati a guardare in questi ultimi 5 anni e dare spazio a chi ama veramente la nostra gente, a chi non guarda gli imprenditori col sospetto.

Il 26 maggio vai a votare per un Piemonte migliore, forte, autonomo, votato al progresso e capace di dialogare con le imprese. Vota Lega e otterrai l’autonomia che farà della nostra regione una piccola Svizzera

comunicazione politica elettorale

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium