/ Speciale elezioni

Speciale elezioni | 18 maggio 2019, 18:12

Saluzzo, Paolo Allemano incontra l’elettorato: “Vorrei svegliarmi il 27 maggio con il Piemonte affidato a persone competenti e capaci”

L’incontro questa mattina (sabato). Insieme a lui, anche il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni: “Diffidate da chi oggi parla di isolamento a Saluzzo. Sono le stesse persone che hanno soppresso il trasporto ferroviario che, dopo anni di lavoro, noi abbiamo riportato in Città”

Le immagini dell'incontro stamattina a Saluzzo

Le immagini dell'incontro stamattina a Saluzzo

Questa mattina (sabato), nei locali dell’Interno 2 di Saluzzo, Paolo Allemano, candidato alle elezioni regionali per il PD – a sostegno di Sergio Chiamparino presidente – ha incontrato l’elettorato, “in un clima di famigliarità che dobbiamo riportare nella politica”, insieme al sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni.

In apertura dell’“Aperitivo con Paolo Allemano”, Calderoni ha toccato quei temi ricorrenti della campagna elettorale e che riguardano, per competenza, anche la Regione.

Trasporti, sanità, viabilità. “Diffidate – le sue parole – da chi oggi parla di isolamento a Saluzzo. Sono le stesse persone che hanno soppresso il trasporto ferroviario che, dopo anni di lavoro, noi abbiamo riportato in Città.

Siamo abituati ad interfacciarci con tutti gli Enti e le Istituzioni superiori. Non si può sentire il ragionamento per cui l’allineamento del colore tra Comune e Regione porterebbe maggiori benefici sul territorio. Anzi, è pericoloso. È la cosa che mi disturba di più”.

La parola, poi, è passata ad Allemano: “La mia soddisfazione più grande da sindaco di Saluzzo – ha detto – è stata quella di aver lasciato la Città in ottime mani. E anche Mauro farà lo stesso fra cinque anni. Vinceremo le elezioni anche a Saluzzo, ma non adagiamoci”.

Il consigliere regionale uscente ha anche parlato del suo impegno degli ultimi cinque anni, “portato avanti seriamente sino in fondo”.

La Regione è un ambiente difficile, freddo, politicizzato. Ci ho messo un attimo prima di farmi conoscere, anche all’interno del mio gruppo politico.

Oggi ci riuniamo qui, a Saluzzo, mentre a Milano si riuniscono i sovranisti d’Europa: il 26 maggio non dobbiamo consegnare la Regione in mano a questa gente. Non vorrei infatti essere nei panni di Cirio, dal momento che, visto il futuro di Forza Italia, i suoi azionisti di maggioranza saranno Lega e Fratelli d’Italia.

Quando vediamo casi come il dentista di Saluzzo che dice ‘Sono candidato e regalo visite gratuite’ capiamo che siamo vicini al buco nero.

Vorrei svegliarmi il 27 maggio con il Piemonte affidato a persone competenti e capaci. Salvini è in difficoltà perché sa che possiamo vincere”.

 

comunicato politico elettorale

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium