/ Attualità

Attualità | 19 maggio 2019, 13:35

Consorzio SEA: dal 2000 a oggi a Fossano raggiunto il 72% della frazione differenziata

Luca Bosio: “Viviamo in un territorio bellissimo, con l’attenzione all’ambiente possiamo preservarlo”

Consorzio SEA: dal 2000 a oggi a Fossano raggiunto il 72% della frazione differenziata

Dal 2000 lo CSEA, Consorzio Servizi Ecologia Ambiente, raggruppa 54 comuni dell’area di Saluzzo, Savigliano e Fossano contando territorio di pianura e delle vallate.
Il Consorzio si occupa di governare, coordinare, realizzare e gestire i servizi di raccolta, trasporto, differenziazione e le rispettive strutture di servizio dei rifiuti urbani come le isole ecologiche; promuovere lo sviluppo della raccolta differenziata; organizzare e armonizzare i servizi esistenti nei Comuni e nelle Comunità montane favorendo sinergie utili.
Alla sua creazione, nel 2000, il territorio di riferimento era caratterizzato da una raccolta della differenziata quasi nulla con una discarica, sulla riva destra della Stura a Fossano, in fase di esaurimento. I rifiuti venivano trasportati in vari siti del Piemonte con costi di gestione esorbitanti.
Gli obiettivi prefissati furono quelli di aumentare la raccolta differenziata, definire una strategia di lungo periodo per lo smaltimento della frazione indifferenziata e progettare impianti di trattamento rifiuti.
A distanza di quasi 20 anni la fotografia della differenziazione nel territorio di competenza dello CSEA è drasticamente cambiata, sebbene si possa ancora fare molto per poter definire raggiunti gli scopi di tutela dell’ambiente e della bellezza paesaggistica. “Lo CSEA è uno dei consorzi più virtuosi del Piemonte – spiega Luca Bosio, fossanese, attualmente membro del C.d.a del Consorzio. Lo era gia stato dalla sua nascita per dodici anni - La raccolta differenziata ha raggiunto il 70% con un costo di 108euro/abitante/anno a fronte dei 190 euro della media regionale”.
I 54 comuni di riferimento si avvalgono di un unico soggetto per il servizio di raccolta per tutti i comuni, una struttura organizzativa efficiente con bilancio in attivo e approvato all’unanimità da tutti i 54 comuni.
A Villafalletto c’è un impianto che costituisce una vera eccellenza a livello nazionale dove tutta la frazione non differenziata viene valorizzata e inviata  quale c.d.r. alla Buzzi di Robilante e utilizzato quale carburante per gli impianti di produzione di cemento – continua Bosio -. È stata inoltre fatta molta sensibilizzazione. Nel 2018 sono state coinvolte oltre 2000 persone in incontri di formazione con scuole e cittadini”.
Per quanto riguarda Fossano nello specifico il 2018 ha segnato un cambio di passo con l’estensione della raccolta differenziata porta a porta anche alle frazioni, con la scomparsa dei cassonetti e, conseguentemente, dei furbetti che si recavano nelle frazioni per gettare i propri rifiuti. Con questo passaggio la raccolta differenziata ha superato il 72%, oltre la media, già virtuosa del 70% del Consorzio nel suo insieme.

Una grande eccellenza é  l'isola ecologica di via Salmour, aperta anche la domenica. Ben organizzata, pulita e i cittadini che la utilizzano sta aumentando in modo virtuoso.
Ho creduto e continuo a credere che abbiamo di fronte una grande sfida per l’ambiente. Si deve ancora migliorare la qualità della differenziata e  incrementare la lotta all’abbandono dei rifiuti oltre a una riduzione degli stessi alla fonte anche   attraverso la sensibilizzazio- ne. Abbiamo la fortuna di vivere in un territorio bellissimo, con persone stupende. Amo questa città e continuerò a impegnarmi per aiutare a promuovere iniziative finalizzate alla pulizia, alla bellezza della città e del territorio declinata in ogni sua forma” ha concluso Bosio.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium