/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 20 maggio 2019, 12:30

Bra, benvenuto a un'incerta primavera dagli alunni della Primaria "Montalcini" (FOTO)

Sulle magliette i colori di una bella stagione finora piuttosto anomala per il "flash mob" che allievi e maestre hanno tenuto davanti al Palazzo Comunale

Alcuni immagini della giornata di festa che ha coinvolto gli allievi della Primaria braidese

Alcuni immagini della giornata di festa che ha coinvolto gli allievi della Primaria braidese

È stato un modo per dare il benvenuto alla primavera il flash mob che ha visto protagonisti i piccoli alunni della Scuola Primaria "Rita Levi Montalcini" di Bra.

Teatro della manifestazione, che si è svolta nella mattina di martedì 14 maggio, è stato il Palazzo comunale in piazza Caduti della Libertà. Ad accogliere le classi prime e seconde vestite di rosso, le classi terze colorate di giallo, le classi quarte in foggia verde e le classi quinte in tinta blu, c’erano, tra gli altri, il primo cittadino uscente Bruna Sibille e il dirigente scolastico Giuseppe Giacone.

La Festa di Primavera, organizzata con grande impegno dai docenti, quasi con la bacchetta magica, è stata salutata da una bella giornata di sole, che ha permesso all’allegra compagine di proseguire l’esperienza con una lunga passeggiata verso l’Area verde di San Michele, dove è stato consumato il pranzo al sacco.

Qui, sono successivamente giunti anche i bambini delle classi quinte, che si erano attardati in Municipio insieme ad altre classi provenienti dai due Istituti Comprensivi per la consegna del Tricolore, nell’ambito del tradizionale evento promosso dal Lions Club Bra Host e dal Lions Club Bra del Roero, in collaborazione con la Città di Bra.

Tornando alla Festa di Primavera, gli studenti, dopo essersi rifocillati, hanno goduto di un momento libero per divertirsi a pallavolo e calcio, mentre i più piccoli hanno usufruito della zona adibita a parco giochi. Il tutto rallegrato da musica, balli e da una "macarena" ballata dalle insegnanti, che spiegano così il senso dell’appuntamento: “La Festa di Primavera è stata concepita per riscoprire il piacere di immergersi nella natura, la condivisione di un momento di vita comunitaria, per sensibilizzare i giovani allievi all’importanza del rispetto dell’ambiente, per il piacere di crescere didatticamente e per un momento di educazione civica, trasmesso direttamente nella natura, all’aria aperta e per staccare dalla tipica giornata scolastica”.

La conclusione è stata intorno alle ore 16 col ritorno a scuola, dove i bambini hanno trovato ad attenderli i genitori ai quali hanno raccontato, entusiasti, la cronaca di una giornata e un’esperienza indimenticabile.

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium