/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | 21 maggio 2019, 09:00

Tessa®: la nuova mela a disposizione della frutticoltura piemontese

Le primissime piante di melo Tessa® provenienti dai Vivai del gruppo Feno dell’Alto Adige, sono giunte in Piemonte cinque anni fa

Tessa®: la nuova mela a disposizione della frutticoltura piemontese

Il progetto Mela Tessa® nato in Alto Adige dal gruppo Feno GmbH si ampia e si arricchisce di due nuovi partner nell’ambito di un progetto europeo: VM-Marketing di Savigliano e Coop Jolly di Verzuolo, strutture giovani e dinamiche specializzate nella produzione e nella commercializzazione sui mercati mondiali di prodotti frutticoli del Territorio Piemontese.

 

Mela Tessa® nasce dall’incrocio tra la varietà Gala e Pink Rose. Una mela dalla qualità omogenea e di un’alta produttività, che colpisce sia per il suo colore rosso brillante, sia per le sue qualità organolettiche: una polpa fine, dolce e succosa, un sapore aromatico, gradevole, e una buccia liscia.

Piante di melo Tessa®, campo sperimentale Fondazione Agrion Manta (Fonte Agrion)

 

 

Le primissime piante di melo Tessa® provenienti dai Vivai del gruppo Feno sono giunte in Piemonte cinque anni fa e sono state messe a dimora nel campo di sperimentazione varietale della Fondazione Agrion sito a Manta. Seguita dagli Agronomi Lorenzo Berra e Davide Nari la varietà ha fin da subito suscitato interesse. “La varietà Tessa® - come afferma il Dott. Berra, coordinatore tecnico/scientifico di Fondazione Agrion - nei cinque anni di sperimentazione nel nostro areale di coltivazione ha evidenziato ottime performance di pezzatura e colore dei frutti, costanza nella produzione, un habitus vegetativo di facile gestione agronomica in campo associato ad una ottima conservabilità in post raccolta dei frutti”.

Frutto di melo Tessa®, campo sperimentale Fondazione Agrion Manta (Fonte Agrion)

 

Il gruppo Feno GmbH ha inserito nel progetto Tessa®, tramite un accordo stipulato il 1° aprile, le due strutture Piemontesi con grande soddisfazione da ambo le parti.

La VM MARKETING – afferma il responsabile commerciale Mauro Vanzetti - è un’azienda ortofrutticola giovane, dinamica ed in forte crescita che si occupa di produzione e commercializzazione di mirtilli, pesche, nettarine, susine e mele. VM MARKETING affonda le sue radici già alla fine degli anni 90, quando l’azienda agricola di famiglia inizia a commercializzare il proprio prodotto con le prime esportazioni. Nel 2008-2009 viene realizzato il nuovo stabilimento e l’azienda inizia a commercializzare non più solo il suo prodotto ma anche quello dei propri conferenti”.

L’azienda - continua Mauro Vanzetti - si estende su una superficie di 12000 mq totali ed è dotata di uno stabilimento coperto di 7.500 mq specializzato nella lavorazione di mele ed attrezzato con celle frigorifere all’avanguardia per lo stoccaggio e per la lunga conservazione, macchine calibratrici e più linee di impacco di ultima generazione attrezzate con impianti per la ceratura delle mele. Negli ultimi anni si è specializzata nell’export di mele in tutto il mondo e tuttora vanta importanti clienti in ogni continente”.

 

Stabilimento della VM Marketing in lavorazione

 

 

La Cooperativa Jolly di Verzuolo - afferma il Direttore Giancarlo Bodrero - sita nella storica zona vocata per la frutticoltura Piemontese, viene costituita nel 1988 da un progetto produttivo e commerciale nato e voluto dalla determinazione e dalla intuizione di un gruppo di Imprenditori Frutticoli Cuneesi. E’ formata inizialmente da sei Aziende pioniere produttrici di pesche, susine e di kiwi. A partire dal 2010 inoltre la Cooperativa Jolly si è specializzata ulteriormente nella produzione e nella frigo-conservazione di mele, un prodotto sempre più strategico nei programmi di sviluppo della Struttura e dei suoi Associati Conferitori”.

Nel 2015 - continua Giancarlo Bodrero - la Cooperativa ha ottenuto il riconoscimento dall’ Unione Europea come Organizzazione di Produttori (O.P.), a testimonianza del fatto che la capacità di creare aggregazione ed economie di scala ha fatto di una realtà che fonda le sue radici nella vecchia storia contadina piemontese una scelta vincente”.

Uno degli stabilimenti della O.P. COOP JOLLY adibito allo stoccaggio ed alla frigoconservazione delle mele

 

 

A poco meno di due mesi dalla stipula dell’accordo per la coltivazione e la commercializzazione della mela Tessa® fra il gruppo Feno GmbH e le due strutture piemontesi si raccolgono le prime impressioni. “Un ottimo risultato per la frutticoltura piemontese – dicono Bodrero e Vanzetti – in un momento in cui le novità e l’innovazione possono rappresentare una importante opportunità per le Aziende Agricole. Nell’ambito delle Fiere Fruttinfiore di Lagnasco e Macfrut di Rimini nei nostri stand si sono registrate le visite di molti Produttori Frutticoli che hanno manifestato interesse nei confronti del Progetto, tant’è vero che nell’arco di poche settimane sono stati realizzati i primi impianti di melo Tessa® in Piemonte”.

Un esempio bello e concreto – concludono i due Rappresentanti di OP COOP JOLLY e VM MARKETING – di collaborazione fra il mondo della sperimentazione applicata, nella fattispecie con il lavoro svolto dalla Sezione di Innovazione Varietale della Fondazione Agrion, ed il mondo produttivo e commerciale operante sul territorio. Ora non ci resta che aspettare il mese di settembre per raccogliere i primi frutti di Tessa® e … del lavoro fin qui svolto”.

 

 

 

 

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium