/ Attualità

Attualità | 21 maggio 2019, 07:31

Cuneo, quale futuro per l'ex frigo militare? La Fondazione CRC si apre alle proposte della cittadinanza

Giandomenico Genta: "Ci aspettiamo che tutto il mondo associativo attivo in provincia, i rappresentanti degli studenti e del mondo giovanile, possano portare il proprio contributo nell'incontro dell'8 giugno"

Cuneo, quale futuro per l'ex frigo militare? La Fondazione CRC si apre alle proposte della cittadinanza

Quali opportunità culturali, sociali ed architettoniche può offrire alla città di Cuneo la riqualificazione dell'Ex Frigorifero Militare di Piazza Virginio? Per rispondere a questa domanda, la Fondazione CRC propone una giornata di riflessione collettiva sulle potenzialità di questo spazio, aperta all'intera comunità, dal titolo “DIsegni urbani”: cittadini di ogni età, residenti o turisti, lavoratori, studenti, curiosi, ma anche enti, imprese, associazioni sono invitati a questo confronto che si terrà sabato 8 giugno, dalle 10 alle 17, a Cuneo presso l’Open Baladin.

La giornata, organizzata con la collaborazione di SocialFare| Centro per l’Innovazione Sociale, vuole essere un’occasione per coinvolgere la comunità, stimolandola e guidandola in un confronto attivo che possa generare spunti, riflessioni e ispirazioni intorno a uno spazio in cerca di nuova identità.

Per partecipare non è necessario essere “creativi di professione”, saper disegnare o avere altre competenze specifiche: basta aver voglia di condividere idee ed esperienze! Per iscriversi è richiesta la compilazione, entro il 31 maggio, del form disponibile alla pagina www.disegniurbani.org.

A inizio 2019 la Fondazione CRC ha acquisito l’ex frigorifero militare di Cuneo, un bene da tempo abbandonato che occupa un posto speciale nel tessuto urbano della nostra città” commenta il presidente della Fondazione CRC, Giandomenico Genta. “L’incontro dell’8 giugno rappresenta la tappa iniziale del percorso con cui vogliamo restituire questo spazio alla comunità cuneese: per questo ci aspettiamo che tutto il mondo associativo attivo in provincia di Cuneo nei diversi ambiti –culturale, sociale, economico, educativo –, insieme ai rappresentanti degli studenti e del mondo giovanile e a tutti i cittadini interessati, possano portare il proprio contributo”.

L’edificio dismesso del Frigorifero Militare si trova lungo il bordo della città storica che guarda al fiume Stura, dove nel corso dei secoli si sono insediati in successione grandi strutture architettoniche, destinate ad un uso pubblico, di rango urbano e territoriale a discapito dell’insediamento residenziale originario. Tra queste le prigioni e il magazzino dell’Artiglieria, oggi palazzo della Questura, la caserma Leutrum, l’ex Convento di San Francesco, l’Ospedale di Santa Croce, l’ex Monastero delle Terziarie (demolito), il “Mater Amabilis” e il Foro Boario.

All’interno di questo sistema, che si articola prevalentemente nella porzione a ovest di via Roma, la spina sulla quale è orientato il tessuto storico della città, l’ex Frigorifero Militare occupa una posizione strategica: compresa tra la Facoltà di Agraria e la sede dell’Università presso l’ex “Mater Amabilis”, sono prossimi al Museo di San Francesco e alla Biblioteca presso l’ex ospedale di Santa Croce.

L’ex Frigorifero Militare è stato acquisito dalla Fondazione CRC a inizio 2019. La riqualificazione di questo edificio è un’occasione davvero preziosa per far rivivere un altro pezzo di storia della città.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium