/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 21 maggio 2019, 09:44

La comunità di La Morra dà l’addio alla maestra elementare ed ex sindaco Pina Tontine

Per quarant’anni insegnò alle elementari del paese, impegnandosi anche nell’amministrazione comunale e nel sociale. Il ricordo del primo cittadino: "I tuoi alunni e i lamorresi non possono lasciarti andare senza un saluto, senza un grazie dal profondo del cuore"

L'ex sindaco lamorrese Giuseppina Tontine, qui col primo cittadino uscente Maria Luisa Ascheri

L'ex sindaco lamorrese Giuseppina Tontine, qui col primo cittadino uscente Maria Luisa Ascheri

Si terranno questa mattina, martedì 21 maggio, con inizio alle 10 presso la parrocchiale di San Martino a La Morra i funerali della maestra Giuseppina Tontine, per tutti "Pina", mancata domenica mattina all’hospice di Bra, dopo breve malattia. Aveva 86 anni.

Una figura molto conosciuta e stimata nel centro langarolo, alle cui scuole elementari aveva insegnato per oltre quarant’anni e del quale era stata anche primo cittadino, dal 1985 al 1989, dopo aver fatto parte dell’amministrazione guidata da Ottaviano Borgogno dal 1970 al 1981, come consigliere comunale.

"I tuoi alunni e i lamorresi – la ricorda l’attuale primo cittadino Maria Luisa Ascheri – non possono lasciarti andare senza un saluto, senza un grazie dal profondo del cuore. Perché hanno capito, abbiamo capito, quanto amore, quanta dedizione allo Stato, al paese, alle persone vi era dietro al rigore che tenevi a scuola e nella vita. Intelligente e lucida nell’analisi, nella sintesi e nei giudizi che rispondevano ai principi di verità, giustizia e umanità.
Giuseppina Tontine, Maestra di scuola e di vita, ha insegnato e messo in pratica i valori che predicava: l’onestà, la conoscenza, la preparazione, il lavoro, il rispetto, la riconoscenza. I principi liberali della Costituzione italiana erano impressi nel suo Dna e la portavano ad una incrollabile fiducia nell’insegnamento, nella cultura, nella conoscenza, come grandi motori di vero progresso e miglioramento della condizione umana. Con lo stesso spirito di servizio è stata consigliere e sindaco di La Morra.
Con la pensione l’impegno non si è esaurito: Pina ha aiutato numerosi studenti, insegnando l’italiano anche a molti adulti extracomunitari. Il suo sguardo sempre rivolto al futuro l’ha poi portata a istituire il Premio "Amico di La Morra" per gli studenti meritevoli dell’Istituto Comprensivo e, nel contempo, a preoccuparsi del fatto che i giovani troppo tecnologici, abbiano meno slancio a leggere libri, a conoscere la storia.
Ad accompagnarla per tutta la vita la sua curiosità intellettuale, la sua passione per la conoscenza, lo studio, la lettura che l’hanno resa una donna sempre vivace, luminosa, di grande apertura mentale, interessata a tutto e in pace con tutti. Una donna che con dignità e discrezione ci ha lasciati nel segno con cui ha vissuto.
Grazie Pina, i Lamorresi ti vogliono bene e ti sono molto riconoscenti
".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium