/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 22 maggio 2019, 14:32

Gianfranco Marengo: "La Verzuolo che vorrei è fatta da coloro che per un frutteto che muore ne piantano un altro"

Il candidato sindaco parla delle cose che vorrebbe vedere nel paese che punta ad amministrare per i prossimi cinque anni

Gianfranco Marengo: "La Verzuolo che vorrei è fatta da coloro che per un frutteto che muore ne piantano un altro"

La Verzuolo che vorrei è quella che già molti si impegnano a ricostruire ogni giorno. Ha i colori del bianco e del nero, di ciò che muore e di ciò che rinasce dalle macerie.

E’ fatta da coloro che dopo aver fatto il “bussines plan” ci mettono anche un po' di cuore e vanno controcorrente. E’ fatta da coloro che alla fine di una carriera importante si ricordano degli inizi e vogliono dar nuova vita a ciò che si va spegnendo.

E’ fatta da coloro che per un frutteto che muore ne piantano un altro. E’ fatta da coloro che nel paese accogliente vedono anche il futuro del loro lavoro e si arrampicano timorosi sulle scale per appendere bandierine e palloncini rosa.

E’ fatta da coloro che fanno diventare contagiosa la loro passione, indicano nuove strade, tracciano nuovi sentieri e, forse, costruiscono nuove opportunità. E’ fatta da coloro che nel bello vedono il bene, nella cultura il progresso, nel sogno la strada da intraprendere, nelle relazione l’inizio e la fine di ogni azione.

E’ fatta da coloro che smessa la divisa tinteggiano la ringhiera arrugginita della piazza. Per tutte queste persone Verzuolo è ancora un luogo dove pensare la propria vita, dove ritornare volentieri dalle strade del mondo, dove ritrovare i luoghi e  gli affetti più cari.   

Verzuolo che Vorrei (quella che sarà, siamo noi)

Comunicazione politico elettorale

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium