/ Curiosità

Curiosità | 22 maggio 2019, 14:18

A Castelnuovo di Ceva piccoli contadini crescono

Alle fasi finali il progetto per la coltivazione di un campo di fagioli, suddiviso in lotti, da parte dei bambini

A Castelnuovo di Ceva piccoli contadini crescono

 

Si sta concretizzando il progetto promosso dall’Amministrazione Comunale di Castelnuovo di Ceva e il Comitato Valorizzazione dell' paese in collaborazione con il “Banco di Credito P.Azzoaglio” che prevede la coltivazione di un campo di fagioli, suddiviso in lotti, da parte dei bambini che per questa esperienza si trasformeranno in piccoli contadini.

Mercoledì mattina sono arrivati. Sono scesi vocianti e curiosi dallo scuolabus messo a disposizione dal Comune di Cosseria, si sono sistemati attorno al tavolo della sala consigliare, hanno accolto il saluto e la presentazione del Sindaco e poi si sono avviati per un lungo giro tra campi e boschi intorno al paese di Castelnuovo.

Perché è qui che, appena il tempo lo permetterà, scenderanno in campo per coltivare i loro fagioli.

Il progetto che si sta avviando a partire da questa prima visita è, in fondo, molto semplice: i bambini sono sempre più lontani dalla realtà e allo stesso tempo si riconosce abbiano bisogno di esperienza, di costruire momenti concreti che contribuiscano a formare le loro persone attraverso vissuti reali.

Dato che Castelnuovo viene, ormai da alcuni anni, ospitato a Carcare, in occasione della fiera del bestiame, con un proprio carro per proporre, con successo, i propri fagioli, è parso naturale tradurre l’esigenza di sostenere e promuovere questa coltura tipica attraverso una collaborazione con la scuola che non si riducesse alla piccola e modesta attività dimostrativa, quanto ad una autentica attività produttiva capace di coinvolgere anche le famiglie degli allievi. Essi infatti coltiveranno fagioli destinati, prevalentemente, al consumo familiare che vedrà i genitori coinvolti direttamente nel momento in cui, finita la scuola, sarà necessario curare la crescita delle piante fino al raccolto che, si prevede, possa iniziare attorno alla metà di agosto.

Alla fiera del bestiame di Carcare, a fine agosto, col sostegno dell’amministrazione comunale carcarese, si prevede che, a fianco del carro di Castelnuovo, vi sia anche il carretto dei giovani contadini che con vera esperienza potranno raccontare e proporre una parte del loro raccolto.

Mercoledì 15, alle ore 10,00, accompagnati dalle insegnanti Anna Maria Ferraro e Gandolfi Laurenzi, i 28 allievi della classe quinta della scuola elementare Gianni Rodari di Carcare hanno avviato il progetto didattico “Il bello e il buono per crescere”, un titolo ambizioso per indicare un processo di crescita che sappia coniugare gli aspetti etici con quelli estetici, aspetti che non si rivolgono solo ai giovani ospiti quanto allo stesso paese che deve trovare nuovi percorsi per rianimarsi coniugando la bellezza paesaggistica con la salubrità dei prodotti.

Nella prima giornata di visita, i giovani studenti hanno avuto la possibilità di muoversi intorno al paese per incontrare i manufatti storico-artistici, la torre e la cappella, e quelli naturali, le colture boschive, prative ed orticole. Hanno ascoltato ed osservato con attenzione e scattato molte foto che saranno usate a corredo della pubblicazione che stanno preparando sul paese di Castelnuovo. Il prossimo appuntamento sarà tra 15 giorni, nella speranza che il tempo meteorologico, così avverso e minaccioso, conceda la possibilità di avviare i primi lavori in campo.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium