Scuole e corsi - 22 maggio 2019, 08:47

Progetto-Boomerang: il primo gemellaggio tra Nord e Sud Italia parte da Cuneo

Ecco come il giovane italiano vive le differenze tra le due aree geografiche, secondo lo studio svolto dalla 3 E del liceo Scientifico Peano-Pellico di Cuneo e la 3 C della maiorana fascitelli di Isernia, in Molise

Progetto-Boomerang: il primo gemellaggio tra Nord e Sud Italia parte da Cuneo

Tante sono le cause storiche, culturali, territoriali, del divario che separa il Nord dal Sud Italia, ma ad oggi il giovane italiano come vive queste differenze se non attraverso la disinformazione ed il pregiudizio?

Partendo da questi presupposti, nasce il progetto-Boomerang, il primo gemellaggio intra-culturale in Italia che ha come obiettivo dare una nuova lettura alla diversità per abbattere i pregiudizi e renderla un’opportunità per valorizzare il territorio, attraverso lo svolgimento, da parte di due gruppi classe, uno del Nord e uno del Sud Italia, di un percorso di gemellaggio.

Il titolo del progetto racchiude l’idea e il concetto di passaggio, trasformazione e ritorno della cultura e della diversità.

Siamo soliti pensare al “gemellaggio” come l’unione o l’incontro tra due parti ben distinte, appartenenti nella maggior parte dei casi a Paesi differenti.

Il progetto Boomerang invece vuole incentrarsi sulle differenze a noi più prossime che vengono sottovalutate o peggio ancora non considerate, quelle tra regioni: del Nord e del Sud Italia.

A novembre è partita la prima edizione del Progetto, che ha visto come protagonisti la 3 E del liceo Scientifico Peano-Pellico di Cuneo e la 3 C della maiorana fascitelli di Isernia (Molise).

Le due classi hanno intrapreso un percorso graduale, parallelo attraverso 6 incontri di formazione tenute dai due ideatori/formatori provenienti dalle due città, in cui sono stati toccati i due temi su cui si sviluppa il progetto: La conoscenza del territorio (Piemontese e Molisano) e di quello gemellato e il concetto di diversità.

Per abbattere i pregiudizi è necessario un percorso di conoscenza non solo “dell’Altro”, ma anche e soprattutto di noi stessi, per favorirne un confronto equo e consapevole. Ecco perchè prima dell’analisi della diversità il progetto punta alla conoscenza del proprio Io e della propria cultura.

I due percorsi di formazione paralleli, hanno il fine di concretizzare il gemellaggio attraverso un viaggio in cui le due classi pronte all’incontro, si conosceranno in un terzo luogo (Arezzo, Rondine cittadella della Pace) affinché possano lavorare assieme per riflettere su quanto appreso e su di loro in un vero e proprio focus di gruppo seguito da formatori specializzati sulla risoluzione creativa del conflitto, in cui emergerà ciò che in realtà è la diversità, qualsiasi essa sia: Fonte di ricchezza e soprattutto di unione!

Il progetto Boomerang è stato ideato da due giovani, Pellegrino Alessia (19) e Serini Giacomo (18) rispettivamente provenienti da Cuneo e Isernia, che dopo l’esperienza del Quarto anno liceale d’eccellenza a Rondine hanno creduto e credono nell’abbattimento dei pregiudizi ed alla trasformazione del "conflitto” tra Nord e Sud Italia, in vista di un futuro in cui i giovani Italiani possano credere nel paese in cui vivono sentendosi innanzitutto parte di esso e consapevoli della ricchezza che lo caratterizza da sempre grazie alla Diversità.

 

Ti potrebbero interessare anche:
SU