/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 24 maggio 2019, 15:05

Garessio, il saluto del sindaco uscente Sergio Di Steffano: "Adesso farò il nonno a tempo pieno"

"Ringrazio tutti, è stata una buona esperienza"

Sergio Di Steffano

Sergio Di Steffano

Il sindaco uscente di Garessio, Sergio Di Steffano, ha scritto una lettera alla popolazione al fine di rivolgerle il suo ultimo saluto istituzionale.

La riportiamo integralmente di seguito:

"Nonostante le sollecitazioni ricevute in merito ad un'eventuale mia candidatura, ho ritenuto di non impegnarmi per la prossima tornata elettorale comunale principalmente per i sopraggiunti e gioiosi impegni di ordine familiare, per la nascita di tre nipotini nell'ultimo triennio del mandato, per cui ritengo appunto di dover fare il nonno a tempo pieno.

Va evidenziato che si è rivelata una buona esperienza, sia pur decisamente impegnativa, in quanto sono stati anni difficili per il nostro paese, caratterizzati principalmente all'inizio dalla crisi occupazionale e, a seguire, dall'alluvione del novembre 2016. Ritengo di averla affrontata discretamente con il considerevole appoggio del Consiglio comunale, seriamente coadiuvato dal personale dipendente e più che tutto dalla fattiva comprensione e collaborazione dell'intera cittadinanza.

Momento peggiore del mandato, dal punto di vista affettivo, è stato sicuramente quello della grave perdita del compianto Pierpaolo Dani, validissimo assessore distintosi per dedizione, efficienza, bontà d’animo e generosità.

Dal punto di vista amministrativo si è dovuto procedere a ‘tolleranza zero’ verso i ‘furbetti delle imposte locali’, avendo riscontrato, da verifiche contabili, un ‘buco accumulato’ di oltre 200mila euro, causato da contribuenti scorretti a danno dei cittadini puntuali e seri.

Brevemente vorrei evidenziare e integrare alcuni aspetti della relazione di fine mandato, dell'ultimo Consiglio comunale:

- bilancio: premesso che la situazione finanziaria ereditata risultava difficile, lascio un bilancio in positivo; il rendiconto di gestione si è chiuso con un avanzo di amministrazione di 564.945 euro, che, al netto delle somme accantonate, vincolate e destinate agli investimenti, ammonta a 251.378 euro;

- tributi: nel corso del quinquennio sono rimaste invariate le aliquote dell'addizionale comunale lrpef, dell'Imu e di tutti i tributi minori (Tosap, pubblicità e pubbliche affissioni).

- tassa rifiuti: proseguendo e migliorando il servizio di raccolta rifiuti ‘porta a porta’, attivata nell'anno 2015,sono state ridotte le tariffe di più del 25%;

- lavori pubblici: nel post-alluvione gli interventi consistenti sono stati indirizzati nel rifacimento delle scogliere e nell'assestamento dci movimenti franosi lungo il Tanaro e i suoi affluenti. Oltre alla manutenzione della zona cimiteriale si è proceduto alla sostituzione della caldaia a cippato nelle scuole medie e sono in fase di riasfaltatura le strade comunali sia nel concentrico che nelle frazioni oltre alla nuova collocazione dell'area camper nella zona sportiva.

Al riguardo, su interessamento difetto, in qualità di consigliere provinciale, ho ripescato nei fondi appunto dell'amministrazione della Provincia il finanziamento di 1,2 milioni di euro (giacente da anni) riguardante la realizzazione della quarta arcata del ponte sul Tanaro prospiciente lo stabilimento ‘Huvepharma’, la cui realizzazione è prevista ancora nell'anno in corso. Un intervento importantissimo, in quanto, spostando lo scorrimento dell'alveo sul lato opposto al muro di confine dello stabilimento, con sopraelevazione dello stesso, si potrà finalmente scongiurare lo straripamento del fiume e i relativi danni verificatisi nelle precedenti alluvioni con consistenti fermate della lavorazione industriale.

Sottolineo infine che anche la situazione occupazionale si è fortificata e c’è qualche segnale per una ripresa del turismo: apertura di un albergo, incremento del turismo sportivo grazie all'apertura di Garessio 2000 e a molte attività outdoor organizzate da varie associazioni locali.

Tanti saluti e grazie per l'attenzione".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium