/ Confartigianato notizie

Confartigianato notizie | 31 maggio 2019, 19:14

Il “Mercato del Cibo Artigiano” di Confartigianato Imprese Cuneo pronto ad accogliere i visitatori della Grande Fiera d’Estate

"Artigianato e arte, abilità e creatività sono binomi che caratterizzano il nostro comparto" afferma Luca Crosetto, presidente territoriale di Confartigianato Cuneo

Luca Crosetto

Luca Crosetto

Un ampio padiglione, un “mercato del cibo artigiano”, in cui si presentano le imprese “eccellenti” dell’importante settore agroalimentare della provincia Granda. Questa la formula scelta da Confartigianato Imprese Cuneo per presentare anche quest’anno nella Grande Fiera d’Estate le aziende associate. L’iniziativa rientra nel progetto promozionale degli anni tematici, sostenuto da Camera di Commercio di Cuneo e Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Prosegue quindi, con rinnovato entusiasmo, la ormai tradizionale collaborazione tra Confartigianato Cuneo e GFE, da quest’anno nella nuova location saviglianese.

Per tutta la durata dell’evento, dall’8 al 16 giugno, presso l’area fieristica di Via Alba, Confartigianato Cuneo porterà in fiera l’iniziativa “Creatori di Eccellenza”, progetto realizzato dall’Associazione con lo scopo di valorizzare l’artigianalità del lavoro di trasformazione delle materie prime in cibo di qualità, declinato in questa annualità sul settore food.

Questa “piazza” – un’ampia area di circa 300 metri quadri – permetterà ai visitatori di immergersi nelle atmosfere tipiche di un vero “mercato”, con colori, profumi e suggestioni. Grazie agli stand realizzati come delle “bancarelle”, i visitatori avranno la piacevole sensazione di camminare in un mercato storico di una città, in cui qualità, sorpresa, tradizione e continua varietà si sposano insieme.

Il centro della piazza sarà occupato da una suggestiva area con una “cucina” che diventerà il teatro continuo di dimostrazioni esperienziali e sensoriali legate al food attraverso eventi di show-cooking e work-shop informativi.

Ad animare questa “piazza” saranno quindi 12 imprese artigiane, appartenenti ai più svariati settori del comparto alimentare, che presenteranno i loro prodotti di alta qualità e, soprattutto, evidenzieranno quella peculiarità che contraddistingue le produzioni artigianali e da sempre è sinonimo di quel “made in Italy” invidiato in tutto il mondo. Partner dell’evento saranno Acqua S. Bernardo e l’Associazione “Go Wine”.

Prodotti alimentari di qualità, quindi, ma non solo. Tra le varie iniziative di “Creatori di Eccellenza”, si sta svolgendo un “viaggio” tra artigianato e sapori in tutta la Granda attraverso dodici cene (una al mese), cucinate da altrettanti cuochi cuneesi. E proprio questi cuochi, “alfieri” della cucina cuneese, saranno protagonisti all’interno del padiglione con show-cooking e degustazioni.

I 12 cuochi “Creatori di Eccellenza” sono: Fabrizio Peirotti (“Ristorante Moderno” – Carrù); Ezio Damiano –(“Il Nuovo Zuavo” – Cuneo); Gemma Boeri (“Osteria da Gemma” – Roddino); Giuseppe Demichelis (“L’òsto ‘d Na Vòlta” – Savigliano); Roberto Cavalli (“Due Palme” – Centallo); Massimo Coccalotto, Cinzia e Sandra Ricci (“Trattoria il Borgo” – Ormea); Manolo Allochis (“Il Vigneto” – Roddi); Fabio Ingallinera  (“Il Nazionale” – Vernante); Marco Roberto  (“Ristorante Casa Pellico” – Saluzzo); Daniele Gastaldi e Omar Cumerlato Melter  (“Il Ristorantino Michelis” – Mondovì); Eugenio Manzone (“Il Portichetto” – Caraglio); Gianmarco Bernocco (“Osteria Murivecchi” – Bra).


"Crediamo sia importante – spiega Luca Crosetto, presidente territoriale di Confartigianato Cuneo – evidenziare il ruolo pregnante dell’artigianato a livello economico sociale e anche turistico. L’abilità e la creatività artigianale aggiungono un significativo valore al nostro territorio evidenziandone quegli aspetti distintivi che lo rendono riconoscibile e quindi maggiormente attrattivo. Con l’anno tematico 2019 la nostra Associazione intende sottolineare come la capacità artigianale si possa declinare in modo trasversale nel contesto economico locale. Abbiamo scelto di partire dal comparto alimentare, apprezzato a livello internazionale, perché nella trasformazione delle materie prime emerge in modo indiscutibile la maestria delle imprese alimentari e l’abilità dei cuochi, artigiani a tutti gli effetti di rara bravura e di grande tecnica, verace espressione del “Valore Artigiano”".

"Artigianato e arte, abilità e creatività sono binomi che caratterizzano il nostro comparto – aggiunge Crosetto – e alla Grande Fiera d’Estate trovano ogni anno la loro migliore espressione. Questo evento rappresenta un momento di grande visibilità per le tante eccellenze artigianali del nostro territorio che valorizzano con la loro qualità il “made in Italy”. Come Associazione siamo orgogliosi di poter contribuire al successo del loro percorso imprenditoriale, offrendo sostegno e professionalità con i nostri servizi e le nostre iniziative promozionali".

"Buono, bello e ben fatto - ha spiegato Joseph Meineri, direttore generale di Confartigianato Imprese Cuneo - sono espressioni “chiave” per definire il comparto artigiano e nella Grande Fiera d’Estate acquisiscono maggiore sostanza e concretezza. I nostri artigiani sanno raccontare, consigliare e anche stupire con la loro capacità. Prossimamente, sul solco delle precedenti annualità, presenteremo una pubblicazione riferita ai “Creatori di Eccellenza”, una vera e propria “guida” che accompagnerà i lettori in un viaggio tra artigianato e territorio, alla scoperta dei sapori, delle eccellenze e delle particolarità della nostra terra cuneese".

Maggiori informazioni sullo show-cooking scaricabili al fondo dell'articolo.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium