/ Al Direttore

Al Direttore | 10 giugno 2019, 19:01

"Grazie a chi ha condiviso con me il soggiorno all'hotel Saint Cruice!"

Riceviamo e pubblichiamo

"Grazie a chi ha condiviso con me il soggiorno all'hotel Saint Cruice!"

Gentile Direttore,

lo ricordo come fosse ieri, anche se quel che sto per raccontarvi successe una ventina di anni fa: varcavo la soglia della questura di Cuneo, e fu allora che m’informarono dell’esistenza del “cittadino italiano nato all’estero”, così viene definita la mia categoria, mi spiega l’addetto allo sportello. Ci fosse un “italiano per scelta”, preferirei; Dato che questo è quel che sono. Quel che sento.

Oggi più che mai, sono fiero di essere italiano e fiero di un Italia, troppe volte criticata, nella quale a detta di tutti, nulla funziona. Oggi, mi sento di spezzare una lancia in favore della sanità dato che è solo nei momenti difficili, quelli in cui si rischia di perdere tutto che uno, inizia davvero ad apprezzare ogni cosa… la sensibilità, le parole di conforto e la professionalità tipiche di chi svolge con amore il proprio lavoro, prerogative di cui è colmo il reparto di urologia dell’ospedale Santa Croce, riscontrabili in ogni persona che transita per i corridoi, dalle oss, ai tecnici, alle infermiere.

Vorrei ringraziare in primis, il dottore Salvini Emanuele per la sua minuziosità e la sua proverbiale professionalità che insieme al supporto e la tempestività del CAS, hanno fatto in modo che io mi trovassi qui, oggi a scrivere questa lettera di ringraziamento.

Mille grazie alla Signora Magda, esempio di umanità che ha fatto sì che il difficile percorso che ho dovuto intraprendere fosse più sereno.

Un ringraziamento doveroso va inoltre ai dottori Chiapello Germano e Mediago Mauro, Dadone Claudio e a tutto il loro equipe, ai quali mi sono consegnato serenamente prima dell’intervento. Vorrei che tramite questa lettera, giungesse la mia voce spezzata ma colma di ringraziamento a tutto lo staff dell’ospedale Santa Croce Carle di Cuneo, scherzosamente soprannominato tra pazienti Hotel Saint Cruice, dove il soggiorno mi è costato un rene, e bisogna prenotare con largo anticipo.

Grazie,

Nestor Bartucci

Al Direttore

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium