/ Speciale elezioni

Che tempo fa

Cerca nel web

Speciale elezioni | 11 giugno 2019, 12:40

Silvia Rovere è il primo sindaco donna di Ostana: “Mi metterò al servizio della Comunità con molta umiltà” (FOTO)

Ha ricevuto la fascia tricolore da un visibilmente emozionato Giacomo Lombardo, primo cittadino uscente, che l’ha indossata per 25 anni: “Sono convinto che Silvia farà meglio di me” ha detto. Il neosindaco: “Ho accettato con titubanza l’incarico, ma mi sono resa conto del momento cruciale che sta vivendo il paese”

Alcuni scatti del Consiglio comunale di Ostana

Alcuni scatti del Consiglio comunale di Ostana

Silvia Rovere è il primo sindaco donna del Comune di Ostana, ai 1200 metri della Valle Po.

Nel primo Consiglio comunale della sua legislatura, la Rovere ha ricevuto la fascia tricolore da un visibilmente emozionato Giacomo Lombardo, primo cittadino uscente, che l’ha indossata per 25 anni.

IL COMMIATO DI LOMBARDO…

Lombardo ha ringraziato il suo successore: “Grazie a Silvia per l’impegno che si assume. Ha una famiglia numerosa e un’attività in paese, vorrà dire che passerà molte notti senza dormire” ha detto Lombardo, che poi non ha potuto tralasciare un bilancio del suo percorso amministrativo.

Credo di poter dire – le sue parole – che non abbiamo mai avuto alcun problema a Ostana. I consiglieri comunali non sono mai stati qui per un loro interesse, e si sono dimostrati veri punti di riferimento. La nostra grande fortuna è stata quella di non avere scheletri nell’armadio, interessi che ti rendono ricattabile e che ti fanno uscire fuori pista.

Sono convinto che Silvia farà meglio di me: le persone nuove hanno ottica diversa. Con lei condividiamo tutto, ma taglio che lei darà sicuramente sarà diverso, magari anche migliore, essendo una donna. È un bel passo in avanti: il Comune di Ostana ha un percorso delineato. A noi interessa futuro di questo paese, e sarò a disposizione, in pensione, finché le forze me lo permetteranno. Saremo con te, discutendo se del caso, perché l’umiltà è il segreto del successo, sempre. Se si discute si trova la via migliore: è l’auguro migliore che possa farti, sarai una bella sindaca, in tutti i sensi”.

… IL SALUTO DEL NUOVO SINDACO

La Rovere, poi, si è presentata al Consiglio. Dopo il giuramento, con indosso la fascia tricolore, ha parlato ai colleghi Amministratori a braccio, nonostante la forte e palpabile emozione. Si è detta “Sono contenta di partecipare ad un momento importante, con persone che contano e che hanno deciso di affrontare insieme i prossimi cinque anni”.

Farò molto affidamento su loro. – ha aggiunto – Questo è un passaggio importante per il nostro Comune, che si trova ad uscire dalla lunga onda amministrativa e dal grossissimo lavoro svolto dalle Amministrazioni di Giacomo.

Il suo è un testimone di un certo peso, che spero di prendere e portare avanti. Ho un’altra età e rispetto a Giacomo, sono una persona non nativa di Ostana, e questo per alcuni è un pregio, per altri un difetto.

Io però mi metto al servizio della comunità con molta umiltà, mettendo in conto di aver bisogno di aiuto. Spero di far bene: ho accettato con titubanza questo incarico, perché ho tante cose da fare, ma mi sono resa conto del momento cruciale che sta vivendo la nostra comunità. Abbiamo fatto passi da gigante, correndo in una direzione che richiede impegno. Serviva continuità, per dimostrare che questa Comunità è forte e unita”.

LA GIUNTA

Giacomo Lombardo metterà a disposizione dell’Amministrazione la sua esperienza ultaventennale da primo cittadino, ricoprendo il ruolo di vicesindaco. Daniele Bertorello, invece, sarà l’assessore esterno.

L’assessorato esterno – ha spiegato il sindaco – non è una questione di mancanza di fiducia o di carenza all’interno del Consiglio di persone adatte. La filosofia è quella di riuscire a coinvolgere più persone possibile, che lavorino per far sì che il Comune funzioni meglio”.

LE LINEE PROGRAMMATICHE DELLA NUOVA AMMINISTRAZIONE

La nuova Amministrazione comunale di Ostana continuerà a portare avanti i lavori pubblici intrapresi sin d’ora, con “attenzione costante al rispetto del paesaggio e dei criteri urbanistici della nostra tradizione” ha detto la Rovere.

Spazio poi anche alla gestione delle foreste, con un progetto di riorganizzazione del patrimonio di valle, ai pascoli, che andranno riorganizzati nel 2020, alla cultura, con il “Premio Ostana” “partito sottovoce 15 anni fa e che oggi ci contraddistingue ora un tassello importante”, al turismo, che “non può essere legato solo più all’attività del Comune, ma dev’essere una sinergia con la vallata dalle molte potenzialità”, al commercio ed alla comunicazione.

Il filo conduttore – le parole del sindaco – sarà l’attenzione alla sostenibilità ambientale: Ostana a impatto 0, anche se può essere una chimera, sarà il nostro punto di riferimento”.

LE COMMISSIONI

Commissione elettorale: Giacomo Lombardo, Enrica Alberti e Giovanni Chiri (effettivi); Aldo Reineri, Margherita Raso, Giovanni Bertagna (supplenti).

Commissione agricoltura e foreste: Dario Abrate e Lucio Vaira. Si tratta di un organo che non ha potere decisionale, istituto sulla scorta di una legge regionale che dà ai Comuni questa facoltà, ma che concede la facoltà di esprimere un parere non vincolante sulle iscrizioni di nuovi imprenditori agricoli o nuovi coltivatori diretti.

In Consiglio comunale v’è solo il gruppo di maggioranza dal momento che – com’è noto – la Rovere è stata l’unica candidata a sindaco alle elezioni comunali del 26 maggio.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium