/ Speciale elezioni

Che tempo fa

Cerca nel web

Speciale elezioni | 12 giugno 2019, 11:04

Alfredo Fantone apre il suo mandato da sindaco di Oncino: “Al lavoro per arginare lo spopolamento del paese” (FOTO)

Nel primo Consiglio comunale il giuramento del primo cittadino e il punto sulle linee programmatiche della sua Amministrazione. Dalla minoranza, per bocca di Marco Mastrocola, un saluto all’assemblea, dai toni decisamente distensivi: “Lavoriamo insieme per trovarci, tra 5 anni, un paese migliore”

Le immagini del Consiglio comunale di Oncino

Le immagini del Consiglio comunale di Oncino

Nello scorso fine settimana si è ufficialmente insediato il Consiglio comunale di Oncino.

Alfredo Fantone, che ha ricoperto la carica di primo cittadino facente funzione da agosto del 2018, dopo la scomparsa prematura di Mario Bianchi, ha giurato fedeltà alla Costituzione, assumendo i pieni poteri attribuiti al sindaco.

Di fronte ad una folta platea di pubblico, Fantone ha aperto il suo mandato illustrando quelle che saranno le linee programmatiche della sua Amministrazione.

Il suo intervento ha toccato diversi ambiti. Dai pascoli, dove “servono interventi sugli abbeveratoi”, alle manifestazioni (“Dobbiamo inventarci qualcosa per portare il nome di Oncino in tutta la Regione e non solo”). Sullo sfondo, un unico filo conduttore: “Dobbiamo arginare lo spopolamento del nostro paese” ha detto Fantone.

Sul turismo Fantone si è posto l’obiettivo di “lavorare con le Associazioni per ricostituire la Pro loco, o per creare associazioni il più condivise possibile. Pensiamo che sia necessario – ha aggiunto il sindaco – ripescare una nuova Pro loco, se consideriamo che abbiamo diverse associazioni ridotte ai minimi termini, con due o tre iscritti”.

Spazio anche alla “difesa e valorizzazione del territorio, anche per le generazioni future”.

Sia attraverso il “recupero delle frazioni, per rendere più vivibili, con il ripristino di servizi essenziali, per un rilancio del territorio che miri anche in questo caso a ripopolare Oncino”.

Sotto l’ala comunale l’Amministrazione comunale ha in mente un progetto per la realizzazione di un bar-museo, mentre nei locali sopra gli uffici comunali, ad oggi sfitti, il Comune pensa ad un bed and breakfast, “che porterebbe beneficio economico al paese”.

L’Amministrazione Fantone proseguirà nel solco già tracciato delle opere pubbliche, “cercando di vincere il più possibile bandi per l’ottenimento di finanziamenti, sempre più complicati e qualche volta ridicoli”.

Così come per Ostana, anche Oncino farà ricorso ad un assessore esterno. La Giunta del sindaco Alfredo Fantone sarà quindi composta da Andrea Millone, vicesindaco con delega all’Ambiente e Gabriele Bocco, assessore esterno a Turismo, Cultura, Eventi e Manifestazioni. 

Dai banchi della minoranza, Marco Mastrocola ha rivolto i saluti – dai toni davvero molto distensivi – al nuovo Consiglio comunale, congratulandosi con la maggioranza per il risultato ottenuto alle votazioni del 26 maggio e ricordando “l’amico e sindaco” Mario Bianchi: “Con lui ho condiviso due legislature, e nonostante la diversità di vedute c’è sempre stato un clima leale e costruttivo”.

Nei rapporti tra maggiorana e minoranza – ha proseguito Mastrocola – il sindaco ha il compito di governare e di decidere per il bene della nostra comunità, piccola ma importante a livello di passione per il territorio.

Abbiamo tutti presenti i problemi del Comune, le poche risorse che arrivano dallo Stato, in una Nazione mai uscita dalla crisi politico-economica. Gli strumenti dell’Amministrazione comunale sono limitati, nonostante la volontà dei consiglieri.

In questo contesto, il compito del sindaco e della Giunta è difficile. Per questo, noi non attaccheremo mai l’Amministrazione su queste difficoltà, che potevano essere uguali alle nostre in caso di vittoria. Proporremo, vigileremo, ma non saremo un impedimento nel raggiungimento del bene del paese. Non sarà una guerra tra schieramenti, ma ci sarà bilanciamento tra le visioni delle due parti. Qualora coincidano, non avremo problemi a sostenere le scelte dell’Amministrazione.

In caso contrario, chiederemo trasparenza e confronto leale, in virtù di quel diritto di conoscere e capire non solo nostro, ma di tutti i cittadini. Senza risposte, utilizzeremo tutti i mezzi a nostra disposizione.

Nel programma ci sono obiettivi comuni. Lavoriamo per il bene del paese. Offriamo collaborazione, ma altrettanta ne chiediamo per trovarci, tra 5 anni, un paese migliore. Per il bene di Oncino vi auguriamo buon lavoro”.

Gianpiero Boetto sarà il capogruppo di maggioranza, Denisa Andreis il referente della minoranza.

In commissione elettorale andranno Daniele Ughetti, Tiziana Irma Massacani (maggioranza), Giuseppe Mattio (minoranza) come membri effettivi, Daniele Bertero, Gianpiero Boetto (maggioranza) e Denisa Andreis (minoranza) come supplenti.

Andrea Millone (maggioranza) e Giuseppe Mattio (minoranza) faranno parte della commissione per la formazione gli elenchi dei giudici popolari.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium