/ Attualità

Attualità | 13 giugno 2019, 18:00

Alba, cantiere finalmente al via alla stazione ferroviaria per l’attesa passerella pedonale

Dopo i diversi rinvii dei mesi scorsi Rfi pronta a partire coi lavori per la costruzione dell’ascensore che collegherà piazza Trento e Trieste alla cittadella degli studi. Conclusione attesa per l’autunno

La zona interessata dal cantiere in uno scatto realizzato questa mattina

La zona interessata dal cantiere in uno scatto realizzato questa mattina

La passerella pedonale della stazione ferroviaria pronta per l’autunno? Dopo i diversi rinvii dei mesi scorsi potrebbe essere finalmente la volta buona per vedere realizzata un’opera di cui a lungo si è parlato negli ultimi anni.

L’ultima fu all’inizio del dicembre scorso (qui il nostro articolo), quando il sindaco Marello comunicò al Consiglio comunale che gli intoppi burocratici che avevano bloccato il cantiere (nei piani atteso per l’estate 2018, dopo che la convenzione tra enti propedeutica alla partenza del cantiere era stata firmata a inizio maggio dello stesso anno) erano stati finalmente risolti e che l’opera sarebbe potuta partire nel giro di pochi giorni.

Così effettivamente è stato, anche se nei primi mesi del nuovo anno Rete Ferroviaria Italiana si è limitata a mettere in atto una serie di interventi solamente propedeutici alla realizzazione dell’opera vera e propria, provvedendo quindi alla pulizia dell’area, alla bonifica delle zone laterali e soprattutto all’adempimento delle complesse procedure progettuali e autorizzative interne alla stessa società ferroviaria, sull’asse Torino-Roma.

Conclusa finalmente quella fase, l’intenzione sarebbe ora quella di approfittare della stagione estiva e della fine delle scuole, e quindi del calo di passeggeri in transito presso la stazione, per mettere finalmente mano all’intervento, tanto che a giorni, mentre l’area è stata completamente recintata, è attesa la posa dei micropali che dovranno fare da basamento alla struttura.

L'intervento – lo ricordiamo – porterà alla realizzazione di un passaggio sopraelevato che, superando i binari, andrà a collegare la stazione ferroviaria – insieme a piazza Trento e Trieste e alla vicina via Roma – alla Cittadella degli Studi e alla vasta area commerciale sviluppatasi attorno a corso Banská Bystrica, corso Cillario e via Vivaro: una zona quest’ultima nella quale si trovano non solo alcune tra le più affollate scuole cittadine (l’Istituto Tecnico Einaudi e i Licei Scientifico e Artistico), ma anche il Centro Giovani H Zone, il Parco Sobrino e l’importante comprensorio di uffici, attività commerciali e servizi sorto negli ultimi anni attorno al centro direzionale Ferrero dell’ex filanda.

L’idea di un collegamento pedonale, servito da ascensori, tra questi due tronconi della città era venuta all’Amministrazione comunale guidata da Maurizio Marello nel 2016, nel corso della trattativa tenuta con Rete Ferroviaria Italiana per arrivare all’elettrificazione e al potenziamento della linea ferroviaria verso Torino.

Trovata l’intesa con Rfi per il finanziamento e la realizzazione dell’intervento (costo complessivo 2.173.000 euro, con la società ferroviaria a coprirne buona parte: 1.548.000) e incassato un contributo dalla Ferrero per altri 100mila euro, il Comune ha da tempo stanziato per l’opera ulteriori 100mila euro, raggiungendo così una copertura più che sufficiente a realizzare il primo dei due lotti previsti dal progetto, mentre un secondo, per circa mezzo milione di euro, comprende altri lavori complementari tra i quali una pista ciclabile in via Vivaro.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium