/ Politica

Politica | 14 giugno 2019, 17:56

Tarantasca: insediato il nuovo consiglio comunale

Giancarlo Armando è il nuovo sindaco di Tarantasca, il quarto primo cittadino del dopoguerra

Tarantasca: insediato il nuovo consiglio comunale

Nella sala consigliare del Comune di Tarantasca si è tenuto l’insediamento del nuovo Consiglio Comunale presieduto dal neo-eletto sindaco Giancarlo Armando. La sua lista, “La lista della Colomba” ha ottenuto il 60,19% dei voti alle elezioni del 26 Maggio. Con lui concorrevano anche la lista civica “Insieme per Tarantasca” di Aldo Preve (32,24% dei voti) e la lista “Tarantasca Cambia” di Graziano Dalmasso (7,57% dei voti).

Il Consiglio è composto dai seguenti consiglieri eletti: per la maggioranza Bruna Giordano (123 preferenze), Manuel Cesana (82), Davide Nivello (72), Dario Roasio (72), Danilo Ghilardi (70), Vilma Giordanengo (69) e Migliore Elena (58); per la minoranza il candidato sindaco Aldo Preve, Gabriele Rosso (64 preferenze) e Alessia Perano (60) in rappresentanza della lista “Insieme per Tarantasca”.

Dopo la convalida degli eletti alla carica di Sindaco e di Consigliere comunale, si è tenuto il giuramento del Sindaco di fronte alla Costituzione italiana, il momento più importante che ha dato avvio alla nuova amministrazione comunale, un atto di grande responsabilità.

Giancarlo Armando ha poi comunicato i componenti della nuova Giunta dichiarando di mantenere, come nelle amministrazioni precedenti, gli incarichi al bilancio, alla programmazione economica finanziaria e ai tributi. L’ex primo cittadino Bruna Giordano ricoprirà la carica di vicesindaco e si occuperà di urbanistica, edilizia, lavori pubblici e istruzione; Davide Nivello è stato nominato assessore allo sport, alle manifestazioni culturali e ai trasporti. La figura del Capogruppo è invece ricoperta da Dario Roasio. Ciascun componente del consiglio comunale sarà presto incaricato di compiti e deleghe all’insegna della buona e corretta amministrazione del Comune in modo tale che il contributo di ognuno possa diventare unico e fondamentale.

Successivamente si è discussa e approvata la proposta delle linee programmatiche per il prossimo quinquennio (approvate all'unanimità) e si sono effettuate le elezioni della Commissione Elettorale e la designazione dei Consiglieri chiamati a far parte della commissione per la formazione degli elenchi comunali dei Giudici Popolari. Ultimo punto all’ordine del giorno è stata la lettura degli indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti presso enti, aziende e istituzioni.

La lista di minoranza ha espressamente richiesto la più totale collaborazione per un dialogo pacifico e costruttivo, che possa giovare a tutta la popolazione nel rispetto di tutti i cittadini.

Il termine sindaco deriva dal greco syndikos – spiega il neo eletto sindaco- significa giustizia insieme, ed è proprio in questa logica che vogliamo portare avanti l’amministrazione di un seppur piccolo ma vitale, fiorente ed energico comune. L’incarico ricevuto è molto impegnativo e faticoso, cercherò infatti con le mie capacità, buona volontà e interesse per la comunità unite all’aiuto e all’indispensabile contributo dei consiglieri di maggioranza e minoranza, di raggiungere tutti gli obiettivi preposti”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium