/ Attualità

Attualità | 15 giugno 2019, 19:55

A Santo Stefano Belbo l’annuale cerimonia in ricordo dei Martiri del Falchetto

Domani, domenica 16 giugno, verrà ricordato il 75° anniversario dello sterminio che il 15 giugno 1944 vide vittime cinque partigiani, trucidati dai nazifascisti appena ventenni

A Santo Stefano Belbo l’annuale cerimonia in ricordo dei Martiri del Falchetto

Antonio Rossello, tenente in congedo e presidente del Centro XXV Aprile di Savona, parteciperà domenica 16 giugno alla celebrazione del 75° anniversario dello sterminio dei martiri del Falchetto.

La cerimonia è dedicata a cinque giovani partigiani uccisi dai nazifascisti il 15 giugno 1944: Bruno Albione, Luciano Robino, Ernesto Torre, Carlo Vizzo e un milite ignoto di origine siciliana. I cinque ventenni furono uccisi a colpi di fucile dai Repubblichini. Secondo le cronache dell’epoca, i loro corpi furono depositati dai fascisti in una piazza di Canelli per essere calpestati da un carro di buoi, in segno di umiliazione. L’indignazione della gente, però, fece rinunciare a quel gesto.

Il programma della giornata si aprirà alle 9.30 col raduno in piazza Confraternita a Santo Stefano Belbo, dove sarà celebrata la messa da don Aldo Molinaris. Dopo il saluto dell’Amministrazione comunale seguirà l’orazione ufficiale di Antonio Rossello.

Con la partecipazione della banda musicale di Santo Stefano Belbo, diretta dal maestro Massimo Marenco, e dei rappresentanti dell’Istituto Storico della Resistenza di Asti e dell’Associazione Nazionale Partigiani (Anpi) di Alba e di Asti, si salirà poi al colle del Falchetto per la commemorazione dei cinque martiri.

Alle 13, presso l’agriturismo Anrì di San Donato di Mango, il pranzo su prenotazione al 366/24.29.227.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium