/ Eventi

Eventi | 15 giugno 2019, 08:46

Arriva "Nuotando nell'aria" la nuova fatica letteraria di Cristiano Godano, frontman dei Marlene Kuntz

Il testo edito dalla milanese "La Nave di Teseo" uscirà il prossimo giovedì 20 giugno. A darne notizia è lo stesso Godano sulla neo nata pagina social dell’artista

Foto tratta dalla pagina Facebook "Cristiano Godano"

Foto tratta dalla pagina Facebook "Cristiano Godano"

Uscirà il prossimo giovedì, 20 giugno, la fatica letteraria del frontman della band noise rock cuneese Marlene Kuntz, Cristiano Godano. Il testo edito da “La Nave di Teseo”, casa editrice milanese, si intitolerà “Nuotando nell’aria”, come il brano manifesto per tutti i seguaci della scena alternative in Italia, tratto dall’album d’esordio Catartica del 1994.

A darne notizia è lo stesso Godano sulla neonata pagina social dell’artista: “Non è un romanzo” – dichiara il cantante e chitarrista cuneese sulla sua piattaforma virtuale – “Non è una raccolta di racconti. Non è una raccolta di poesie. Non è un saggio. Non è a tutti gli effetti un’autobiografia.”

“Qualcuno di voi si ricorderà che per il tour del Vile scrissi 'I racconti del vile' – continua il post – a puntate sul web comparvero, canzone dopo canzone, alcune mie considerazioni sui testi che erano stati scritti per il nostro secondo disco. Considerazioni di varia natura, preferibilmente poetica e inerente il processo creativo. Ne facemmo un rudimentale libretto cartaceo e qualcuno di voi lo intercettò al banchetto del merchandise dei nostri concerti”.

“Quella idea mi è sempre rimasta in mente, e questo mio nuovo libro la completa, perché faccio la stessa cosa per i primi tre dischi della nostra discografia, ovvero Catartica, Il vile (ho ripreso quei racconti di allora e li ho integrati), Ho ucciso paranoia.” – spiega – “In definitiva dunque, comprandolo (e spero siate in molti), potrete farvi guidare da me per approdare a quello che mi piace chiamare il backstage del processo creativo. Si potranno infatti scoprire cose di varia natura intorno ai 35 pezzi che determinano le tre scalette dei nostri primi tre dischi.”

“Inevitabilmente qua e là la piega presa saprà di approccio autobiografico” – prosegue – “ma, ve ne accorgerete leggendomi, starò sempre molto attento a non debordare in inutili e (almeno per me) un po' patetici autocompiacimenti da narrazione autobiografica. Inevitabilmente ci saranno molti aneddoti, e inevitabilmente ci saranno molte mie considerazioni connesse ai motivi che avrò rintracciato nel corso del mio esercizio di memoria per recuperare il me stesso che scrisse certe cose fra i venti e i trent'anni fa. Credo che trapeli la grossa e commendevole passione che ho sempre riversato in ciò che faccio, e sono fiducioso che potrete apprezzare questo aspetto perdendovi nei dettagli numerosi della narrazione.”

Un libro che conta 352 pagine e che sviscererà la genesi della band: dalla sala prove di Confreria per poi solcare i confini provinciali fino ad attestarsi come una delle band simbolo della scena undergorund degli anni ’90. Il tutto in un “viaggio” brano per brano, pagina dopo pagina.

Intanto i Marlene sono in “forma e determinati a fare un ottimo tour” e Godano anticipa, sempre sulla propria pagina Facebook, che a ottobre è prevista una novità (si spera artistica) che lo riguarda direttamente. Chiude il lungo post con un invito ai fan: “Se volete il nostro meglio sosteneteci: il vostro supporto è linfa vitale.”

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium