/ Eventi

Eventi | 19 giugno 2019, 20:54

Dalle Diocesi di Cuneo e Fossano in Terra Santa con Mons. Delbosco e don Chiaramello

Aperte le iscrizioni al pellegrinaggio che si terrà dal 27 dicembre al 3 gennaio prossimi

Dalle Diocesi di Cuneo e Fossano in Terra Santa con Mons. Delbosco e don Chiaramello

L'Ufficio Pellegrinaggi della Diocesi di Fossano e il Santuario Madre della Divina Provvidenza di Cussanio propongono il pellegrinaggio con l’organizzazione dell’Opera diocesana pellegrinaggi di Torino.

Il pellegrinaggio sarà guidato da Mons. Piero Delbosco, Vescovo di Cuneo e Fossano, guida esperta di Terra Santa e da don Pierangelo Chiaramello, vicario della diocesi di Fossano.

Il viaggio si inserisce nel cammino pastorale del Santuario verso i 500 anni (1521 / 2021) delle apparizioni della Madonna a Cussanio.

Il pellegrinaggio sarà dal 27 dicembre al 3 gennaio prossimi e prevede 8 giorni e 7 notti.

Ecco il programma indicativo, che potrà subire qualche variazione o aggiustamento nei prossimi mesi

1° giorno venerdì 27 dicembre: ritrovo all’aeroporto di Torino-Caselle T.se (possibilità di trasferimento in pullman da Cuneo/Fossano con supplemento). Partenza con volo di linea (non diretto) per Tel Aviv-Lod. All’arrivo proseguimento in pullman per Nazareth. Sistemazione in hotel/istituto, cena e pernottamento.

2° giorno sabato 28 dicembre: Nazareth-Monte Tabor/Lago di Tiberiade-Nazareth. Al mattino, partenza per il Monte Tabor. Salita in taxi e visita alla Chiesa della Trasfigurazione. Proseguimento verso il lago di Tiberiade. Salita al Monte delle Beatitudini dove sorge la chiesa che ricorda il Discorso della Montagna. Inserita al centro di un parco, la chiesa ha pianta ottagonale e all'esterno e circondata da un portico che offre un panorama indimenticabile sul lago e sulla pianura di Genesaret. Pranzo. Nel pomeriggio, a Cafarnao visita della grande Sinagoga e del villaggio con i resti della casa di Pietro; a Tabgha, visita alla Chiesa benedettina della 'Moltiplicazione dei pani e dei pesci' e alla vicina Chiesa del Primato di Pietro. Rientro in hotel/istituto, cena e pernottamento.

3° giorno domenica 29 dicembre Nazareth-Akko/Sefforis/Nazareth. In mattinata partenza per San Giovanni d’Acri (Akko), città in posizione strategica affacciata sul Mediterraneo, conquistata dai Crociati e dimora degli Ottomani per molti secoli. Nella cittadella fortificata si trovano numerosi edifici fra cui una grande moschea, il bagno turco, diverse sale e lo straordinario tunnel sotterraneo lungo 350 metri costruito dai Cavalieri Templari. Rientro a Nazareth e pranzo. Nel pomeriggio visita al sito archeologico di Sefforis, la città da cui provenivano -secondo la tradizione -Sant’Anna e San Gioachino, genitori di Maria. Rientro a Nazareth e visita alla Basilica con la Grotta dell’Annunciazione. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno lunedì 30 dicembre Nazareth –Masada/Qasr el Yahud/Wadi el Kelt –Betlemme. Al mattino presto, partenza verso sud, direzione Mar Morto. Salita in funivia alla rocca di Masada. Visita del sito archeologico teatro dell’eccidio degli zeloti che concluse l’assedio romano nel 73 d.C.. La fortezza sorge su uno sperone roccioso separato dalle montagne dell’altopiano del deserto che guarda al Mar Morto. A Erode il Grande si devono i grandiosi lavori che hanno reso Masada un baluardo inespugnabile. Dalle terrazze è possibile godere una delle viste più belle sull’area del Mar Morto. Discesa,sosta al Mar Mortoe pranzo. Nel pomeriggio, rinnovo delle promesse battesimali a Gerico (Qasr el Yahud). Partenza per Betlemme. Sosta a Wadi el Kelt vista panoramica sul Deserto di Giuda e sul Monastero di S. Giorgio in Koziba. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5° giorno martedì 31 dicembre Betlemme-Ein Karem/Betlemme. In mattinata, trasferimento ad Ein Karem dove sorge il Santuario che ricorda la visita di Maria a Elisabetta. Proseguimento in bus e vista al Museo di Israele dove si trova il Plastico dell’antica Gerusalemme in scala 1:50. Al termine, rientro a Betlemme. Pranzo. Nel pomeriggio, visita al Santuario del ‘Gloria in Excelsis’ presso il Campo dei Pastori a Beith Sahur; a seguire, visita alla Basilica della Natività, fondata nel 326 da Costantino sul luogo dove sorgeva, la Grotta Santa. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno mercoledì 1 gennaio Gerusalemme. In mattinata, trasferimento in bus al Monte degli Ulivi: visita alla Chiesa del Pater; scendendo verso il Getsemani, sosta alla Cappella del Dominus Flevit, visita alla Chiesa della Tomba della Vergine, alla Grotta del Tradimento, all’Orto degli Ulivi e alla Basilica delle Nazioni con la ‘Roccia dell’Agonia’. Pranzo. Nel pomeriggio, visita della Sion cristiana con il Cenacolo -dove la tradizione colloca il luogo dell’Ultima Cena -e la Chiesa della Dormizione di Maria ed alla Chiesa di San Pietro in Gallicantu. Sistemazione in hotel a Gerusalemme. Cena e pernottamento.

7° giorno giovedì 2 gennaio Gerusalemme. In mattinata, salita presto alla Spianata delle Moschee (Monte del Tempio). Discesa nel quartiere di Bethesda, con la Chiesa crociata di Sant’Anna e i resti della Piscina Probatica. Percorso della Via Dolorosa partendo dall’arco dell’Ecce Homo, con sosta al Litostrotos e arrivo al Golgota nella Basilica del Santo Sepolcro, il luogo più sacro e più caro a tutta la cristianità. Al centro della Rotonda (Anàstasis) s’innalza l’Edicola della Tomba, nella quale si trova -preceduta dalla cappella dell’Angelo -lastanza funeraria dove fu deposto il corpo di Gesù. Pranzo in Istituto. Nel pomeriggio, ritorno al Santo Sepolcro, completamento della visita. Tempo libero in città vecchia. Cena e pernottamento in hotel.

8° giorno venerdì 3 gennaio. In mattinata, visita del quartiere ebraico percorrendo il Cardo Massimo. Sosta al Muro Occidentale, noto erroneamente come ‘del Pianto’, l'unica parte superstite delle mura costruite da Erode per sorreggere l'enorme terrapieno su cui sorgeva l'antico Tempio di Gerusalemme, distrutto dai soldati romani nel 70 d.C. Pranzo in istituto. Trasferimento per l’aeroporto di Lod Tel Aviv. Operazioni di sicurezza e controllo. Decollo con volo di linea (non diretto) per Torino-Caselle. All'arrivo, possibilità di proseguimento in pullman per Fossano/Cuneo (con supplemento).

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium