/ Politica

Politica | 20 giugno 2019, 09:54

Alba, in Consiglio comunale il richiamo all’etica di Cervella: "Maggioranza attenta a evitare qualsivoglia conflitto d’interesse"

Dai banchi della minoranza il monito dell’imprenditore ed ex candidato a sindaco: "Gli eletti e in particolare chi ha ricevuto deleghe non sia stati investito dal Comune di operatività di genere incompatibile con la carica che saranno chiamati a ricoprire"

L'intervento di Olindo Cervella in assemblea

L'intervento di Olindo Cervella in assemblea

Olindo Cervella capogruppo dell’opposizione rappresentata dagli eletti delle liste Partito Democratico, Impegno per Alba, Alba Città per Vivere e Alba Attiva e Solidale, ha tenuto, durante il primo consesso della consiliatura di Carlo Bo, un discorso improntato a ribadire i valori dell’etica, quale principio fondamentale a cui dovrebbero sempre ispirarsi tutti.
A maggior ragione i consiglieri comunali – ha spiegato –, che, oltre a essere pubblici ufficiali a cui spetta l’obbligo di tutelare le istituzioni, di rappresentarle con dignità e decoro e di operare a difesa e presidio della legalità, sempre. E devono rappresentare un modello per la cittadinanza”.

Cervella ha proseguito, sottolineando l’obbligo etico di evitare ogni tipo di conflitto di interesse, come già aveva fatto Maurizio Marello nelle sue due consiliature. “Confidiamo che tale impegno sia primario anche per l’Amministrazione di Carlo Bo e che, pertanto, gli eletti, in particolare quelli che hanno ricevuto deleghe, non siano stati investiti dal Comune di operatività di genere incompatibile con la carica che saranno chiamati a ricoprire o che, eventualmente, cessino ogni operatività che abbia come committente il Comune stesso o enti da esso partecipati”, ha ribadito l’imprenditore mussottese.

Cervella ha poi concluso: “Auspichiamo che tutti gli eletti rendano costantemente il giusto onore ai meriti che la città di Alba ha saputo guadagnare. Tutti noi qui abbiamo il privilegio di rappresentare una città che ha ottenuto la Medaglia d’Oro al Valor Militare per il coraggio con il quale ha cercato di liberarsi, da sola, dal giogo del nazifascismo. Di fronte a un mondo in cui riteniamo che il sovranismo stia pericolosamente dilagando, confidiamo che la città di Alba possa continuare sempre a rappresentare un autorevole faro di giustizia e di libertà e che tutti gli eletti e, in particolar modo gli assessori, specialmente quello con deleghe alla cultura, ne tutelino sempre la memoria rispettosa e si ergano a condannare pubblicamente e con forza ogni eventuale forma di svilimento di tale fiero passato, che siano inopportune manifestazioni o post ignoranti sui social, chiunque ne sia l’autore”.

In merito alla nomina dei gruppi consiliari, Cervella ha infine dichiarato: “Le quattro liste che mi hanno appoggiato durante la campagna elettorale hanno deciso di costituirsi, all’interno del Consiglio, come distinti gruppi consiliari, ma sono altresì determinate ad agire in sinergia e coesione come espressione di un unico insieme politico, disponibile a dar voce e rappresentanza al centro sinistra albese e a tutte quelle persone o forze civiche che non si riconoscessero nello stile e nelle scelte del centrodestra, di cui la maggioranza è netta espressione”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium