/ Artigianato

Artigianato | 20 giugno 2019, 18:46

In arrivo l’obbligo per scontrini e ricevute elettronici: Confartigianato Cuneo pronta ad affiancare artigiani e piccole e medie imprese

Per maggiori informazioni gli imprenditori possono rivolgersi agli uffici di Confartigianato Cuneo, telefonare al numero 0171 451111 oppure andare sul sito www.impresadigitale.eu/info-corrispettivi-elettronici/

In arrivo l’obbligo per scontrini e ricevute elettronici: Confartigianato Cuneo pronta ad affiancare artigiani e piccole e medie imprese

Dal 1° luglio 2019 entra in vigore l’obbligo di inviare telematicamente i corrispettivi (scontrini e ricevute fiscali) all’Agenzia delle Entrate, tramite un apposito registratore telematico.

Il “Ddl fiscale 2019” ha previsto una partenza diversa a seconda del volume d’affari:
•    contribuenti con volume d’affari maggiore a 400mila euro: l’obbligo dei corrispettivi elettronici partirà dal 1° luglio 2019;
•    contribuenti con volume d’affari inferiore a 400mila euro: l’obbligo corrispettivi partirà dal 1° gennaio 2020.


I corrispettivi elettronici sono una nuova procedura telematica che consente agli artigiani, PMI, commercianti al minuto, ristoranti, alberghi e tutti coloro che lavorano con i clienti finali, di poter dire addio agli scontrini e ricevute fiscali, inviando i dati degli incassi giornalieri telematicamente tramite lo SDI, Sistema di Interscambio, già utilizzato per la generazione, trasmissione e conservazione delle fatture elettroniche.
Confartigianato Cuneo si conferma pronta ad affiancare artigiani e PMI attraverso la sua piattaforma ImpresaDigitale.eu e soluzioni tecnologiche all’avanguardia.

«ImpresaDigitale.eu – spiega Joseph Meineri, direttore generale di Confartigianato Cuneo – è la soluzione ideale per ottemperare a questo adempimento, permettendo anche l’implementazione di un efficiente controllo di gestione. Assistiamo le aziende in ogni fase del processo di attivazione: dall’installazione e configurazione presso la sede, all’accreditamento sul portale dell’Agenzia delle Entrate, dalla formazione all’assistenza e consulenza dedicata».

«Importante ricordare
– conclude il direttore Meineri – che, per l’acquisto degli strumenti con i quali effettuare memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi è concesso un contributo una tantum pari al 50% della spesa sostenuta sotto forma di credito di imposta, fino ad un massimo di 250 € per l’acquisto del Registratore Telematico. Confartigianato può assistere le aziende anche nelle pratiche per usufruire di questa agevolazione».

Per maggiori informazioni gli imprenditori possono rivolgersi agli uffici di Confartigianato Cuneo, telefonare al numero 0171 451111 oppure andare sul sito www.impresadigitale.eu/info-corrispettivi-elettronici/

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium