/ Eventi

Eventi | 24 giugno 2019, 20:03

Fossano: un successo la giornata condivisa del Monsignor Signori (FOTO)

Ieri, domenica, oltre 500 persone hanno trascorso la giornata tra degustazioni e condivisione. Fotogallery di Rossana Manassero

Foto di Rossana Manassero

Foto di Rossana Manassero

Porte aperte al Mons di Fossano.

Un’idea che ha preso forma giorno dopo giorno e che ha consentito di trasformare il magnifico giardino dell’Istituto per disabili fossanese, in un luogo dove trascorrere una piacevole giornata tra degustazioni e condivisione con i padroni di casa.

Per gli ospiti del Monsignor Signori Provvidenza è stata l’occasione per mostrare se stessi nelle loro attività quotidiane: l’allevamento delle chiocciole, il noccioleto, l’orto, i lavori che, venduti, servono a finanziare nuovi progetti.

Per il pubblico è stato un modo per rendersi conto che oltre al cancello dell’edificio ci sono persone piacevoli, accoglienti che in ogni momento hanno molto da dare.

A rendere ancora più piacevole la giornata di domenica 23 giugno i tanti amici e sostenitori che, trascinati dal direttore Mauro Mandrile, dal fotografo Davide Dutto e dal presidente della condotta Slow Food Fossano Marco Barberis hanno contribuito, offrendo i loro prodotti in degustazione, a raccogliere altri fondi per le attività della struttura, come “Tutti pazzi per Mary”, il progetto fotografico di due anni fa che diede il via a questo percorso di collaborazione.

Tra tutti spicca la collaborazione con Palazzo Righini: lo chef Diego Solazzo ha cucinato delle lumache in tempura direttamente di fronte al pubblico.

Palazzo Righini, infatti, ha scelto sia di coltivare un proprio orto in collaborazione con gli ospiti del Mons. all’interno della struttura, sia di impiegare nel ristorante le chiocciole che vi vengono allevate.

Le collaborazioni non finiscono qui: Fior di Pane Focacce e Dolci ha proposto le focacce, il pane e i dolci, Maria Chiara Mellano ha fornito le mozzarelle e i formaggi di latte crudo; Marco Allasia le marmellate e il succo di gelso, il tutto completato dai prodotti di Olio Fresia, Erbalatte, Orti del Casalito, Cantina Tomaso Gianolio, Azienda Agricola David Gallo, Cascina Pensolato, I tesori della terra e Antico Casolare.

Di solito, quando si ha la fortuna di poter organizzare una festa, un evento, o anche semplicemente di poter invitare un po’ di amici a casa propria, si viene presi dall’ansia, poi tutto va veloce e si corre il rischio soprattutto di non cogliere il Bello dei preparativi, ma soprattutto il fulcro della festa o dell’evento che sia: fare due chiacchiere che alleggeriscono il tempo e dilatano la serenità – ha detto il direttore Mauro Mandrile ringraziando quanti hanno contribuito all’ottima riuscita della giornata -. Ieri non è stato così: non solo siamo riusciti ad assaporare ogni istante e a parlare con tutti gli amici, ma abbiamo anche capito che una giornata come questa non basta, meritiamo tutti di più.

Ecco che, infatti, a fine giornata con ancora tanta gente in pineta, era come se stessimo rivivendo una ricorrenza, un evento già vissuto negli anni passati, quasi come fosse la festa d’estate al Mons e solo parlandone ci siamo resi conto che, invece, era la prima volta. Il momento dei ricordi sarà dunque per l’anno venturo, per la seconda edizione di Dietro la facciata del Mons e della Provvidenza”.

Per le fotografie della gallery si ringrazia Rossana Manassero.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium