/ Eventi

Eventi | 24 giugno 2019, 16:00

“Racconti sotto l'Asta”: a Sant'Anna di Valdieri si ricorda il compianto Toni Caranta con una serata su esplorazione e alpinismo nell’Artico

Ospiti Paola Catapano divulgatrice del Cern e Pino Biagi, nipote del marconista della Tenda Rossa. Appuntamento venerdì 28 e sabato 29 giugno

Foto di Toni Caranta

Foto di Toni Caranta

 La rassegna “Racconti sotto l’Asta”, in corso a Sant’Anna di Valdieri, questo fine settimana condurrà il pubblico nel Circolo Polare Artico.

Venerdì 28 giugno, storia e ricerca scientifica andranno a braccetto con Paola Catapano, divulgatrice scientifica del Cern di Ginevra e Gerardo Unia e Pino Biagi Jr. L’anello di congiunzione tra i relatori della serata è la spedizione al Polo Nord di Umberto Nobile nel 1928. Catapano presenterà Polarquest 2018, esplorazione che si è svolta a novant’anni di distanza dalla storica impresa dell’ingegnere aereonautico. La missione Polarquest 2018 si è svolta a bordo di un veliero ecosostenibile che ha solcato le acque dell’Artico per studiare i raggi cosmici, fare campionamenti sulle microplastiche disperse in mare e rilevamenti geografici per la modellizzazione tridimensionale, raccogliere dati su fauna e coste e per cercare le tracce del relitto del dirigibile scomparso nei pressi delle Svalbard. Dell’impresa epica e tragica dell’ingegnere ed esploratore italiano parleranno Gerardo Unia e Pino Biagi Jr, nipote del radio telegrafista della famosa “Tenda Rossa” che con i suoi messaggi radio disperati salvò i passeggeri dell’aeronave Italia. Alla vicenda Unia e Biagi Jr hanno dedicato il libro “Ritorno al Polo Nord - La Tenda rossa 2.0”. 

Si resterà nell’emisfero nord anche sabato 29 giugno, con Akuliarusek ’74, proiezione di un Dvd a cura di Toni Caranta e Roby Peano che racconta la spedizione alpinistica effettuata in Groenlandia nel 1974, in occasione del centenario del Club Alpino Italiano di Cuneo. Purtroppo, a presentare come da programma, non ci sarà Caranta scomparso, lo scorso 19 giugno, per una tragica fatalità durante una gita in Valle Gesso. La serata sarà l’occasione anche per commemorare l’ex presidente del Cai di Cuneo, tra i principali organizzatori di Akuliarusek ’74, a lungo redattore della rivista Montagne Nostre e che attualmente, insieme ad altri amici del Club alpino, stava lavorando ad un progetto per realizzare un Museo diffuso dell’alpinismo nelle Marittime a Sant’Anna e Terme di Valdieri.

“Trascorsi 45 anni, il Dvd, realizzato digitalizzando il materiale fotografico originale, rappresenta una pagina dell’alpinismo cuneese del secolo scorso – scriveva Caranta - e permette di ammirare scorci della Groenlandia, bellissimi e poco conosciuti, quando ancora non v’erano problemi legati al riscaldamento globale e all’inquinamento. Alla spedizione parteciparono alcune figure di spicco dell’alpinismo cuneese di quel periodo, che rappresenta la cerniera tra la fase storica degli Ellena-Campia e l’alpinismo moderno.Come in un flashback, le attrezzature alpinistiche della spedizione (sostanzialmente analoghe a quelle degli anni 50/60), oltreché i mezzi organizzativi ante internet (non c’erano fax e telefonini), offrono una interessante retrospettiva di “come eravamo”, sia in montagna sia nel contesto e svolgimento di una spedizione alpinistica extra-europea”.

 Le serate si svolgeranno alle ore 20.30, presso la Tettoia del Museo della Civiltà della Segale (centro paese). 

I Racconti sotto l'Asta sono un nuovo progetto della piccola comunità di Sant’Anna di Valdieri, di alcuni volontari del Club Alpino Italiano della sezione di Cuneo, con la collaborazione delle Aree Protette Alpi Marittime e del Comune di Valdieri.

Un’iniziativa per riscoprire, divulgare la storia dell’alpinismo in Marittime e per restituire a Sant’Anna l’identità di capitale dell’alpinismo locale. 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium